Pubblicato il 08/05/20

MOTOCICLISMO ATTIVITÀ MOTORIA

Quante volte lo avrete sentito dire: “Devi fare moto, il moto fa bene”, in questi casi il vostro interlocutore probabilmente intendeva l’attività motoria… beh in Australia, nel New South Wales, andare moto vuol dire fare moto (sì attività motoria), proprio come andare a passeggio e in bicicletta, ed è anche permesso in questo periodo di Lockdown. A confermarlo è direttamente il premier Gladys Berejiklian.

Ducati Scrambler 1100 Pro e 1100 Pro Sport: la prova su strada di Motorbox della 1100 Sport

LA MOTO FA BENE

Chi ce l’ha lo sa, andare in moto fa bene e non mi riferisco solamente alla sensazione di benessere psichico e della sensazione di libertà che ci trasmette, ma anche al corpo. In sella attiviamo e sollecitiamo sensi come la vista e l’udito, sviluppiamo la rapidità dei riflessi e il senso di equilibrio e si dimagrisce anche! Proprio come vi avevo anticipato un anno fa in vista della prova costume, uno studio ha dimostrato che andando in moto si bruciano calorie. Tenendo il battito cardiaco tra le 115 e le 130 pulsazioni al minuto il consumo calorico di un uomo adulto di 80 kg è di circa 100 kcal/h. Una giornata in sella dunque, purché sia a passo sostenuto (e priva di stop per turismo enogastronomico) comporta un consumo di circa 600 kcal, quasi quanto un’ora di jogging.

MA L’ITALIA…

Dunque posso andare a fare il mio bel giro in moto dicendo che sto facendo attività motoria? La risposta - al momento – è no, i nostri politici non la vedono come l’illuminata Gladys Berejiklian e tanto meno come le riviste specializzate di sport e salute che hanno condotto l’inchiesta che vi ho mostrato sopra. Il perché rimane un mistero,nonostante ci sia l’incentivo a utilizzare la moto per andare a lavoro da parte delle istituzioni, il classico giro domenicale non ci è ancora consentito.


TAGS: