Pubblicato il 13/08/20

TANTI AUGURI! Il mondo delle due ruote è ancorato alle tradizioni, e quando viene introdotta una nuova tecnologia gli appassionati sono pronti subito a storcere il naso verso qualsiasi cosa che va ''contro le tradizioni''. La stessa cosa è successa per il cambio DCT sulle Honda, che ancora oggi fa discutere i puristi della guida a distanza di 10 anni dalla sua introduzione. Introdotta nel 2010 sulla VFR1200F, la trasmissione a doppia frizione è stata poi introdotta su altri modelli come la gamma NC750, gli scooter Integra 750 e X-ADV, la bestseller Africa Twin e la super comfortevole Gold Wing

Honda X-ADV consente buoni angoli di piega

IN COSTANTE CRESCITA A sorprendere in questi 10 anni è quanto le vendite del cambio automatico a doppia frizione siano costantemente salite, fino a raggiungere quote davvero interessanti: in Europa, nel 2019, il 45% di tutte le Africa Twin vendute dispongono del DCT, così come il 52% delle NC750X e il 67% delle Gold Wing. Anche gli ottimi risultati di vendita dell'X-ADV (al 10° posto in Italia a Luglio 2020) attestano l'apprezzamento del pubblico nei confronti del DCT di casa Honda. 

COME FUNZIONA UN CAMBIO AUTOMATICO HONDA DCT?

Il Dual Clutch Transmission (trasmissione a doppia frizione) di Honda è un sistema attuato elettro-idraulicamente dotato di una coppia di frizioni che si alternano tra un cambio di marcia e l'altro: una frizione gestisce la 1a, 3a e 5a marcia mentre l'altra la 2a, 4a e 6a marcia. Il cambio DCT può essere attivato manualmente con i pulsanti posti sul blocchetto di sinistra, oppure può funzionare in automatico tenendo in considerazione parametri quali la velocità, giri motore e apertura del gas.  


TAGS: moto honda cambio automatico cambio DCT