Scuole:

BMW Motorrad GS Academy


Avatar Redazionale , il 22/05/07

14 anni fa - A scuola di enduro con BMW

C'è sempre qualcosa da imparare, soprattutto se la materia è il fuoristrada e i maestri hanno i galloni. La BMW Motorrad GS academy è una nuova realtà nel mondo delle scuole. Due giorni di full immersion in un contesto meraviglioso, per godere non solo della guida off road ma anche della bellezza di questo angolo di toscana.

Benvenuto nello Speciale 30 ANNI DI GS, composto da 15 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario 30 ANNI DI GS qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!


TOSCANA OFF
L'appuntamento è in Toscana, a Castelfalfi, un paesello a metà tra Pontedera e Firenze dove chi ama il fuoristrada trova pane per i suoi denti non solo per i percorsi ma anche per i panorami. È qui che ha sede la neonata scuola di fuoristrada firmata BMW. Il nome è un po' complicato BMW Motorrad GS Academy, la sostanza è molto più semplice: un corso per migliorare le proprie capacità nell'off road alla guida delle moto bavaresi, dalla piccola G650X alla GS Adventure, passando per la F 650 e la burrascosa HP2.

ALL INCLUSIVE Sono loro le protagoniste della GS Academy, e sono messe a disposizione direttamente dalla BMW così che il cliente si deve solo preoccupare di portare sé stesso. Il corso si sviluppa su due giornate, così da consentire non solo una full immersion di fuoristrada ma anche il giusto relax in questo splendido contesto. Il costo è in stile BMW, quindi non è che il corso te lo regalino (960 €), anche se va detto che la formula all inclusive qui è reale e avere a disposizione un parco moto così ampio con modelli sempre in perfetta efficienza non è cosa da poco.


TUTTO IN UNO
Noi abbiamo concentrato tutta l'esperienza in una sola giornata, significativa comunque per farci toccare con mano quanto un corso del genere possa essere utile a chi vuole anche solo affrontare un viaggio che prevede tratti sterrati. Sotto la guida di Beppe Gualini e di altri istruttori con i galloni si viene divisi a gruppi in base alle capacità di affrontare un semplice esercizio che si svolge già nel parcheggio dell'albergo.

PRIMA SUI BANCHI Poi si va nelle varie aree preparate dagli istruttori che racchiudono tutte le difficoltà incontrabili nell'off road compreso un piccolo fettucciato. Tutto è immerso nello splendido scenario delle colline toscane (il posto merita a prescindere dalla scuola). Prima di tutto però non può mancare l'immancabile lezione teorica, ma più che una lezione è una chiacchierata con Gualini che spiega come comportarsi nelle situazioni più disparate: dalla discesa, al guado al tòle ondulee. Già da queste prime nozioni si capisce che su molte situazioni della guida fuoristrada il sottoscritto ha molto da imparare...


POCO SHOW TANTA SOSTANZA
Non aspettatevi niente di racing, il corso è in linea con lo stile BMW, la scuola quindi non insegna a fare i numeri da free style o a vincere la Dakar, ma insegna a farsi trovare pronti ad ogni evenienza nella guida fuoristrada e ad affrontare le difficoltà con cognizione di causa.

Esercizi come quello che fa percorrere qualche metro con la ruota anteriore bloccata, quello della frenata di emergenza, o quello che obbliga a salire su un salitone al minimo della velocità (di salire a manetta sono capaci tutti dice Gualini, è quando sali piano che si vede la capacità), possono sembrare cose banali ma è un dato di fatto che aiutino a controllare la moto in situazioni difficili. E soprattutto fanno emergere subito i punti deboli di ciascun pilota. E quando le moto sono dei bestioni come le GS avere un buon controllo è sempre utile.


IL MAESTRO PERFETTO
Nessuno passa indenne dalle grinfie del maestro Gualini, quando parti sicuro di te (questo lo faccio bene, adesso mi fa i complimenti) invece ne esci stroncato perché stai sbagliando tutto. Beppe è un grande comunicatore ed ha il dono dell'insegnamento. Sa scherzare quando è il momento giusto ma anche trattarti da scolaretto quando è il caso. Gli esercizi che ho trovato in assoluto più interessanti sono quelli di equilibrio, come affrontare una serpentina stretta a passo d'uomo o fare un otto in un rettangolo di pochi metri quadrati. È in questi casi che capisci come alla fine che si tratti di fuoristrada o pista a guidare la moto è il peso del pilota che va sempre messo al punto giusto.


L'IMPORTANZA DEL CORPO
Così, come quando faccio i corsi in pista riprendo i miei allievi che non si sporgono abbastanza dalla moto, vengo a mia volta ripreso dai professori della GS Academy quando non sposto abbastanza il bacino per mantenere il corretto equilibrio negli esercizi. Sposta quel bacino!! Mi urla Beppe e io che mi sentivo così estetico! Invece sono un palo e le foto lo dimostrano in modo implacabile. Essere di tanto in tanto nei panni dell'allievo non è male, aiuta a capire un sacco di cose. Si finisce con il salto, dove ovviamente gli allievi si sbizzarriscono negli stili più disparati, tutti lontani anni luce dallo stile corretto...


A SPASSO PER I BOSCHI
Dopo gli esercizi arriva il clou della giornata, un lungo percorso nella tenuta dove mettere in pratica tutto quanto imparato. Dalle stradine sterrate ai tratti di sottobosco con tanto di fango e carreggie, in questa tenuta (viene un po' difficile pensare che, in fondo, stiamo facendo enduro nel giardino di qualcuno...) c'è davvero di che sbizzarrirsi.

INARRESTABILI BMW E se ce ne fosse bisogno ancora una volta, si ha la conferma delle capacità off road delle BMW, scontata forse per G650X e HP2, un po' meno per la GS che tuttavia con le gomme giuste (tutte le moto sono equipaggiate con pneumatici tassellati) conferma le sue doti di assoluta inarrestabilità, affrontando passaggi che poche altre bicilindriche sarebbero in grado di affrontare.


Alla fine di una giornata passata a mangiare la polvere si rientra in albergo, con la faccia sporca ma il cuore aperto. Devo dire che come tutte le scuole anche la GS Academy può dare molto al cliente. Come tutte le scuole se affrontata con la giusta umiltà permette davvero di aumentare la sicurezza nelle guida fuoristrada, del resto, se non vi insegna qualcosa chi ha 10 Dakar sulle spalle chi altri può farlo?
Pubblicato da Stefano Cordara, 22/05/2007
Gallery
30 anni di GS
Logo MotorBox