Pubblicato il 04/12/20

INTRAMONTABILE Che cosa rende un’auto un modello di successo? Il suo look appariscente? Il suo prezzo competitivo? Forse un po’ di tutto questo, ma più di ogni altra cosa la capacità di saper interpretare sempre al meglio le esigenze e le necessità del cliente nonostante il passare del tempo. Ed ecco quindi che Dacia sfodera il suo asso nella manica, presentando la terza generazione della best-seller Sandero, il più grande successo commerciale della sussidiaria Renault - con numeri che dal 2017 la incoronano auto più venduta in Europa fra i privati. Un rinnovamento profondo che rimodella stile e design aggiornando i contenuti della piccola utilitaria. 

Nuova Dacia Sandero Streetway 2021

COME CAMBIA? Grazie a spalle e passaruota maggiorati, Sandero 2021 sprizza ancor più personalità e robustezza. La linea è decisamente fluida grazie al parabrezza inclinato, al cielo ribassato e al profilo del tetto spiovente. Debuttano poi luci anteriori e posteriori con firma luminosa LED a Y, dal look ancor più distintivo. Sebbene l’altezza da terra rimanga invariata, nuova Sandero sembra più bassa e ben piantata al suolo, merito della carreggiata più ampia. La crossoverina Sandero Stepway si distingue invece per il cofano bombato, il logo Stepway cromato sotto la calandra e le alette sagomate sopra ai fendinebbia. 

DIMENSIONI E ABITABILITÀ Sandero 2021, abbandona il vecchio pianale e abbraccia la piattaforma modulare CMF-B, la stessa di nuova Renualt Clio e Captur. Ciò si traduce in 4,09 metri di lunghezza (3 cm in più rispetto alla precedente generazione) un metro e ottantaquattro di larghezza per 149 centimetri di altezza. Stepway mantiene le stesse misure ma è più alta di 5 centimetri con una luce da terra maggiore di 4 centimetri. Il bagagliaio, con doppio fondo spazia da un minimo di 410 a un massimo di 1.455 litri. Su Stepway ci sono poi delle pratiche barre sul tetto che, in pochi secondi, diventano un comodo portapacchi da 80 kg.

INTERNI MIGLIORATI Gli interni sono sempre all’insegna della sobrietà, con i rivestimenti che ora sono meglio rifiniti e realizzati con materiali di maggior qualità. Nuovi anche gli inserti in tessuto sul cruscotto e le bocchette di ventilazione. Il volante è regolabile in altezza e in profondità e dispone di servosterzo totalmente elettrico. L’abitabilità resta uno dei grandi punti di forza della compatta, con tanto spazio al posteriore per testa e gambe. 3 configurazioni per il sistema multimediale: con Media Control lo smartphone, previo download di un’apposita App, diventa uno schermo infotelematico a tutti gli effetti. Con Media Display, la console si arricchisce di un touch screen 8 pollici che integra Apple CarPlay e Android Auto. Con Media Nav, si completa il pacchetto con la navigazione satellitare.

Gli interni di nuova Dacia Sandero Stepway

IMPRESSIONI DI GUIDA La Dacia Sandero Stepway della prova è spinta dal 3 cilindri turbo benzina 1.0 TCe da 90 CV e 142 Nm di coppia, abbinato all’inedito cambio automatico a variazione continua CVT. La compatta scatta da 0 a 100 orari in 14,2 secondi e raggiunge, dove consentito, una velocità massima di 163 km/h. L’auto si guida bene, il confort in abitacolo è amplificato da una discreta insonorizzazione dai fruscii e dallo scalpitare del mille tricilindrico. Si nota giusto qualche scricchiolio qua e là, come su tutte le rivali del segmento, ma nulla di davvero preoccupante. Il piacere di guida è frutto anche dei nuovi sedili avvolgenti e dalla possibilità di regolare lo sterzo, che fra l’altro rimane sempre abbastanza sincero fra le curve. Il 1.0 TCe rappresenta un buon compromesso fra brillantezza ed efficienza, la risposta del motore è gradevole e reattiva quanto basta, peccato solo che non riesca proprio ad abituarmi al sound della trasmissione a variazione continua. Quando si affonda infatti il pedale dell’acceleratore, il tre cilindri comincia a rumoreggiare distintamente con il tipico effetto scooter. Non vi nascondo che resto affezionato al buon vecchio cambio manuale! Ma si tratta pur sempre di gusti personali.

CONSUMI E MOTORIZZAZIONI Durante la mia prova di circa, svoltasi prevalentemente in città, ho registrato un consumo medio da indicatore di 6,8 l/100 km. Un valore coerente con i dati comunicati dalla casa. Se il sound non mi fa impazzire, mi consolano dunque le ottime doti d’efficienza date dal connubio fra il 1.0 TCe e l’automatico CVT. Le motorizzazioni partono dal 3 cilindri benzina aspirato SCe 65 (non disponibile su Stepway) abbinato a un cambio manuale a cinque marce. C’è poi il mille turbo TCe 90 con cambio manuale sei marce o automatica CVT. E infine l’Eco-G 100, sempre 3 cilindri turbo benzina-Gpl, che fa coppia con un cambio manuale sei rapporti. Scompare invece dal listino il Diesel Blue dCi.

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021: dettaglio

ALLESTIMENTI E PREZZI L’offerta per Dacia Sandero Streetway si basa su 3 diversi allestimenti (Access, Essential e Confort), 2 per la crossoverina Stepway (Essential e Confort). Sandero Streetway Access entry level parte da 8.950 euro e arriva ai 13.600 della top di gamma Confort. Stepway Essential attacca invece da 12.600 euro, 14.950 invece per la Confort con motore TCe 90 e cambio CVT come quello della prova. Tutte le varianti dispongono di ADAS di ultima generazione come: frenata automatica d’emergenza, sensori e telecamera di parcheggio, monitoraggio angolo cieco e assistenza partenza in salita.


TAGS: dacia Nuova Dacia Sandero dacia sandero stepway 2021 Dacia Sandero 2021 video