Video

Lamborghini ricrea la perduta Countach LP 500 del 1971: il video


Avatar di Emanuele Colombo , il 01/10/21

3 settimane fa - Il prototipo della Lamborghini Countach LP 500 rinasce: il video

Fatta a mano con la tecnica del battilastra, la Lamborghini Countach LP 500 riporta in vita il primo prototipo distrutto nel 1974

Questo è l'anno della Countach: nel 2021 ricorre infatti il 50° anniversario della supercar che ha cambiato il volto della Lamborghini e dopo la riedizione in chiave moderna rappresentata della Countach LP i 800-4 (qui l'approfondimento) - riedizione che ha incassato anche qualche critica dal guru del design Frank Stephenson - è ora la volta di una one-off di cui vi avevamo già anticipato qualcosa. Al Concorso di Eleganza di Villa d'Este 2021, il Toro di Sant'Agata svela una spettacolare recreation del prototipo originale Countach LP 500, andato perduto, che ha debuttato al Salone di Ginevra del 1971.

ONE-OFF Il progetto è iniziato nel 2017, quando un ''importante cliente Lamborghini'' ha chiesto al dipartimento di restauro Polo Storico Lamborghini di ricreare il prototipo Countach LP 500. Non un restauro, beninteso, visto che il prototipo originale è andato distrutto nei crash test nel 1974 dopo la sua apparizione al Salone di Ginevra del 1971. No: per ottenere una copia identica di quel mitico esemplare il lavoro è stato molto più complesso.

Lamborghini Countach LP 500 1971 recreation: rifatta nel 2021 Lamborghini Countach LP 500 1971 recreation: rifatta nel 2021

VEDI ANCHE



DALLA RICERCA ALLA SCANSIONE 3D Per fare un lavoro il più accurato possibile, infatti, è stato necessario scovare fotografie, documenti, verbali di riunioni, disegni originali e le memorie dei protagonisti dell'epoca. Per replicare le dimensioni, gli uomini del Polo Storico hanno sottoposto a una scansione 3D l'originale Countach LP 400 (telaio 001) custodita a Sant'Agata: tanto per gli esterni quanto per gli interni. E sono poi servite 2.000 ore per riportare in vita l'iconica forma a cuneo con la tecnica origianale del battilastra, a cui è stata applicata una verniciatura Giallo Fly Speciale storicamente fedele a quella del prototipo.

OPERAZIONE FRANKENSTEIN I componenti meccanici? Nulla di recuperato da modelli attuali: alcuni sono ricambi originali e altri sono parti restaurate. Altri ancora, infine, sono stati completamente ricostruiti. Per esempio la scocca, visto che la Countach di produzione aveva un telaio tubolare, mentre il prototipo che qui si è voluto ricreare utilizzava un telaio scatolato a struttura mista, che per l'occasione è stato riprodotto ex novo. Sul propulsore non sono stati rilasciati dettagli, ma il prototipo originale era alimentato da un motore 12 cilindri da 4.971 cc.

Lamborghini Countach LP 500 1971 recreation: vista laterale Lamborghini Countach LP 500 1971 recreation: vista laterale

RIPRODOTTE ANCHE LE GOMME Il lavoro di riproduzione certosina ha interessato anche gli pneumatici. Grazie a immagini e materiali forniti da Fondazione Pirelli, l'azienda milanese ha replicato fedelmente il Cinturato CN12 montato sull'originale LP 500 di Ginevra, in dimensioni 245/60R14 all'anteriore e 265/60R14 al posteriore. Persino il disegno del battistrada è identico a quello dell'auto del 1971, realizzato però con mescola e struttura moderne per attualizzarne le prestazioni.

GAME CHANGER Erede della Lamborghini Miura, ''La Countach ha reinventato le auto ad alte prestazioni ed è divenuta un'icona, in termini di linguaggio stilistico, che ancora oggi, dopo decenni, ispira le Lamborghini contemporanee'', dice Stephan Winkelmann, Presidente e CEO di Automobili Lamborghini. Per accontentare il suo fortunato cliente sono state necessarie, alla fine, 25.000 ore di lavoro e quanto sia costata questa suggestiva one-off non è dato sapere. Ma vista la qualità dell'opera e la sua unicità poco importa, visto che appena venduta, già non ha prezzo.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 01/10/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox