Koenigsegg CC850: cambio manuale e automatico insieme
Video

Nuova Koenigsegg CC850: ecco come funziona il suo super cambio


Avatar di Emanuele Colombo , il 22/08/22

1 mese fa - Il video di presentazione della Koenigsegg CC850 dal cambio innovativo

Il costruttore svedese di megacar Koenigsegg inventa per la CC850 un nuovo cambio che è manuale e automatico insieme

L'elettrico può attendere: il paventato divieto a vendere auto che non siano 100% elettriche non spaventa Koenigsegg, che ancora si concentra sull'innovazione applicata ai motori endotermici (anche perché le sue produzioni in serie limitata finiscono sold-out a poche ore dalla presentazione). Con la nuova Koenigsegg CC850 - qui sotto il video della presentazione - introduce uno speciale cambio che è contemporaneamente un manuale a 6 marce e un automatico a 9 rapporti. Dopo il filmato vi racconto come funziona.

LA PRESENTAZIONE IN VIDEO

IL CAMBIO AUTOMATICO DIVENTA MANUALE

Costruita a mano in serie limitata, la Koenigsegg CC850 celebra i primi 20 anni di produzione del Marchio svedese con una riedizione del suo primo modello - la CC8S - aggiornato con tutte le ultime tecnologie. Prima tra tutte la trasmissione automatica Light Speed ​​Transmission a 9 rapporti della Jesko, che non ha un'unica frizione tra il motore e il gruppo cambio, ma svariate frizioni più piccole all'interno di quest'ultimo: una per ciascuna marcia, così da ridurre massa e inerzia, per passaggi di rapporto rapidissimi.

Koenigsegg CC850, la leva del cambio Koenigsegg CC850, la leva del cambio

COME FUNZIONA Nella CC850 questa trasmissione è stata manualizzata, con un pedale della frizione in abitacolo a comandare il collegamento con il propulsore e unaleva meccanica con griglia metallica a comandare l'innesto di 6 dei 9 rapporti. Quali? Dipende dal drive mode scelto: a dare una guida più rilassata su strada e più aggressiva in pista. Va da sé che non c'è un collegamento meccanico tradizionale tra la leva e gli ingranaggi della trasmissione, ma un sistema di leveraggi e attuatori per ricreare il feeling di un vero manuale. Il risultato, assicura Christian Von Koenigsegg, è identico a quello di un perfetto cambio manuale e non è possibile passare da un rapporto all'altro senza premere la frizione (che tra l'altro nello stacco da fermo non vi mette al riparo da spegnimenti del motore, se vi scappa il piede). Ma basta spostare la leva nell'ultima posizione a destra per riattivare l'automatismo, con le selezioni per Retromarcia, Folle e Drive.

VEDI ANCHE



Koenigsegg CC850, vista alterale Koenigsegg CC850, vista alterale

IL DESIGN

Il design della nuova Koenigsegg CC850 ricalca fedelmente quello dell'antenata CC8S, con un restyling in punta di matita del frontale e delle fiancate ad accentuare la modernità di uno stile ancora modernissimo. Le proporzioni e i tratti fondamentali sono i medesimi, tanto che il boss del Marchio la definisce una continuazione. Frontalmente si notano fari più sottili sotto ai quali spiccano nuove aperture e le luci nel fascione sono state posizionate più in alto per meglio accordarsi alle suddette aperture. Identiche o quasi le prese d'aria laterali, mentre sul nuovo modello ci sono evidenti minigonne a rendere più sportivi i sottoporta. Quasi identici l'andamento del parabrezza curvo e del caratteristico tetto targa, così come le portiere con apertura rototraslante mentre il posteriore ha giusto ricevuto una piccola rinfrescata che ne ha modernizzato l'aspetto, mantenendo però gruppi ottici molto simili.

Koenigsegg CC850, vista posteriore Koenigsegg CC850, vista posteriore

LA TECNICA DEL MOTORE

Molto più marcate le differenze sottopelle. Al posteriore vi è ora un'ala a scomparsa robotizzata ispirata a quella che ha debuttato sulla Koenigsegg Regera, come robotizzata è l'apertura dei cofani anteriore e posteriore; le sospensioni sono elettroniche, a garantire un assetto variabile anche in altezza, e nel sottoscocca troviamo le appendici per l'aerodinamica attiva. Pur senza voler reclamare alcun record prestazionale, la CC850 prende il meglio della produzione Koenigsegg per rilanciare il modello più iconico del Marchio. Il motore è un 5 litri V8 biturbo ad albero piatto derivato da quello delle Koenigsegg Jesko Absolut e Jesko Attack, ma con turbocompressori più piccoli per ridurre ulteriormente il turbo-lag (cancellato del tutto, dice Christian). La potenza scende, ma non troppo: abbiamo ancora 1.385 CV quando il motore è alimentato a biocarburante E85 e 1.385 Nm di coppia per un peso di 1.385 kg: così a dare un rapporto peso potenza di un chilo per cavallo. Impiegando la normale benzina si perdono per strada 200 CV.

TIRATURA E PREZZO

Della Koenigsegg CC850 avrebbero dovuto costruire solo 50 esemplari, in omaggio ai 50 anni del fondatore del Marchio, con prezzi a partire da 3,65 milioni di euro. Fatto sta che sono bastati appena cinque giorni dall'apparizione in pubblico perché tutti i contratti disponibili andassero esauriti. Un vero peccato, visto che la richiesta pare superare non di molto, bensì di moltissimo l'offerta. Che fare? In genere aumentare la tiratura è considerato scorretto nei confronti dei clienti che hanno già sottoscritto l'acquisto, perché la decisione di investire determinate somme di denaro su modelli che rappresentano un sicuro investimento dipende anche dalla loro rarità. Ed ecco che Christian Von Koenigsegg si è confrontato con gli acquirenti della prima ora, prima di annunciare che sarà realizzato un secondo lotto di 20 Koenigsegg CC850: per monetizzare l'entusiasmo di un pubblico più vasto e in omaggio ai 20 anni di attività dell'Azienda.

LA SCHEDA TECNICA

Motore 5,0 litri, V8 biturbo a benzina/E85
Potenza massima di sistema 1.385 CV a 7.800 giri
Coppia massima 1.385 Nm a 4.800 giri
Velocità n.d.
0-100 km/h n.d.
Cambio Automatico a 9 rapporti ad azionamento manuale
Trazione Posteriore
Dimensioni 4,36 x 2,03 x 1,13 m
Bagagliaio n.d.
Peso 1.385 kg
Prezzo Da 3.650.000 euro

Pubblicato da Emanuele Colombo, 22/08/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox