Pubblicato il 08/02/21

SUPERBOWL E SPOT AUTO: I MIGLIORI In Italia, si sa, il football americano è una passione per pochi. Ma negli Stati Uniti il Superbowl è l'evento televisivo per eccellenza, e gli spazi pubblicitari che inframezzano la partita sono i più cari dell'universo mediatico. Non solo: non bastasse il costo per lo spazio pubblicitario, le aziende fanno a gara per realizzare spot che restino memorabili, come nel caso del famosissimo spot Apple del 1984. Le Case automobilistiche ovviamente non fanno eccezione, e in alcuni casi più che limitarsi più o meno semplicemente a mostrare le loro macchine, hanno realizzato effettivamente degli sforzi creativi particolari, che hanno portato a spot molto originali, simpatici, divertenti, sorprendenti e in definitiva memorabili. Ecco i migliori dieci.

PLYMOUTH E BIP BIP (1969) L'anno è il 1969, il Superbowl è soltanto il terzo, e Plymouth utilizza come testimonial nientemeno che Wil E. Coyote e Bip Bip. Il motivo? Quello che da noi è noto come Bip Bip negli Stati Uniti si chiama Road Runner, proprio come il modello marchiato Plymouth.

IL SOGNO DI NISSAN (1990) L'idea è quella di un sogno: un uomo viene inseguito da una moto, un'auto da corsa e infine perfino da un jet. Ma lui è alla guida di una Nissan 300ZX Turbo. Detta così potrebbe non sembrare nulla di che, ma sapete chi è il regista? Niente meno che Ridley Scott: dateci un'occhiata.

JEEP NELLA NEVE (1995) Questo è probabilmente uno dei più geniali. Basti dire che la folgorante idea di fondo è la seguente: la macchina pubblicizzata... non si vede.

I PICCIONI DI NISSAN (1997) Sfidiamo chiunque a dire che l'associazione della canzone di Top Gun con uno squadrone di piccioni pronti a bombardare una Nissan Maxima non sia ai confini della genialità.

L'ALBERO DI VOLKSWAGEN (2001) Qui non diciamo niente per non rovinare la sorpresa finale: all'inizio vi chiederete che cosa diavolo c'entri questo spot ma poi...

FORD THE ONE (2004) Ok, questo spot di Ford GT non ha un'idea particolarmente originale se non ''una macchina molto veloce''. Però tutto sta nel modo in cui questa viene fatta vedere. Guardatelo e provate a darci torto. 

VOLKSWAGEN E LA FORZA (2011) Uno degli spot più famosi degli ultimi anni. Probabilmente l'avrete anche già visto perché venne ripreso un po' dappertutto: del resto è davvero molto bello, e inoltre Star Wars è un argomento che funziona sempre. Anche nel promuovere un'auto non esattamente rimasta nella storia come la Passat del 2012.

CHRYSLER E DETROIT (2011) Un altro spot decisamente memorabile e molto ripreso in giro. Detroit è da molti anni una città in crisi, ma il suo passato è qualcosa di enorme. Qui uno dei suoi figli più famosi, Eminem, contribuiva in un video decisamente emozionale a far sapere a tutti che la Motor City non si sarebbe arresa facilmente.

BMW E L'ELETTRICO (2015) Qui serve un minimo di contesto, soprattutto per chi non ha familiarità con la TV americana. Nel 1994, Katie Couric e Bryant Gumbel del Today Show provarono a spiegare in televisione che cosa fosse questo Internet, novità del momento. Siccome il risultato era decisamente goffo, il video è poi diventato un discreto culto nel corso degli anni. L'idea geniale di BMW nel 2015 è stata quella di far spiegare loro che cos'è un'auto elettrica. E tutto sommato le loro buffe considerazioni non sono troppo diverse da quelle di molte persone inesperte. Chissà cosa ne penserebbe il nostro Ernesto Carbone...

TOYOTA E L'INSEGUIMENTO (2016) Se pensate a un inseguimento, ai ladri contro la polizia, difficilmente la prima auto che viene in mente è un'elettrica. In particolar modo nel 2016, in particolar modo una Prius. Proprio questa fu l'idea alla base della divertente serie di spot (con colpo di scena finale) che costellò il Superbowl del 2016.


TAGS: auto spot superbowl