Pubblicato il 11/03/2020 ore 00:00

LE ORIGINI La Hyundai ha gareggiato nella categoria F2 tra il 1998 e il 2000, prima di costruire la sua prima vettura WRC sulla base della berlina Accent, con la quale ha partecipato al mondiale fino al 2003. 

LA STORIA L'attuale team ha origine nel 2012. Quell'anno, al Salone dell'Automobile di Parigi, venne presentato il prototipo della i20 WRC e pochi mesi dopo venne inaugurata la base operativa in Germania. Il progetto è stato affidato a Michel Nandan, ex capo tecnico della Peugeot nel Mondiale Rally, il quale si è occupato sia della creazione di un team pienamente operativo, sia dello sviluppo di una i20 specifica per i rally e di un nuovissimo impianto per gli sport motoristici. Il tutto in soli 12 mesi. L'esordio avviene nel 2014 e la bontà del lavoro è premiata con una doppietta nel Rally Germania. Dal 2016 la Hyundai comincia ad essere una contendente per i titoli iridati, più volte sfiorati con Thierry Neuville. Nel 2019, grazie a uno squadrone passato sotto la guida di Andrea Adamo e che ha affiancato al belga piloti del calibro di Sebastien Loeb, Andreas Mikkelsen e Dani Sordo, è arrivato il primo titolo Costruttori.

WRC 2020 Per inseguire quel titolo Piloti fino a qui sfuggito lo Hyundai Shell Mobis World Rally Team ha ingaggiato il campione del mondo in carica Ott Tanak che con Neuville forma una coppia di altissimo livello. A completare lo schieramento di i20, la vettura condivisa da Loeb e Sordo.

Piloti 2020 Hyundai Shell Mobis World Rally Team:


TAGS: hyundai wrc i20