Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 25/03/2020 ore 12:20

ALTRI RINVII Ci siamo ormai abituati a dare conferme di ulteriori rinvii di gare originariamente previste in calendario nelle prossime settimane. Talmente abituati che una notizia del genere, ormai, non fa quasi più rumore. Stavolta è toccato al Wrc, che eppure era stato uno dei pochissimi sport a resistere al contagio nel weekend – in teoria pienissimo – dello scorso 15 marzo: mentre la Formula 1 si fermava dolorosamente nonostante gli strenui tentativi di correre ugualmente il Gp d’Australia, il mondiale rally proseguiva la sua corsa approfittando dell’ospitalità del Messico, uno dei Paesi in quel momento meno colpiti dall’emergenza coronavirus. Dopo il Rally d’Argentina, tocca adesso a Portogallo e, ahinoi, anche al Rally Italia Sardegna.

Come il coronavirus sta influenzando i campionati motoristici: il calendario dei rinvii/annullamenti

TUTTO FERMO Insomma, anche il Wrc è costretto a piegarsi, com’è anche giusto che sia, al contagio che sta fermando il Pianeta. La formula è un po’ la stessa che ripetiamo da settimane: rinviato a data da destinarsi. Vale per il rally di Portogallo che si sarebbe dovuto disputare nel fine settimana del 24 maggio, ma anche per la nostra gara di casa, quel Rally Italia Sardegna originariamente fissata nel weekend del 7 giugno. Non c’è ancora una conferma ufficiale per quanto concerne la tappa del Cir abbinata al Wrc, ma è a questo punto molto improbabile che il campionato italiano possa disputarsi ugualmente senza il mondiale, considerando comunque gli sforzi organizzativi necessari alla preparazione dei percorsi. La situazione è ovviamente fluida, in continua evoluzione giorno dopo giorno, ma è al momento impensabile che si possa recuperare la gara con base ad Alghero prima dell’autunno.

Tanak - Toyota Yaris Wrc Plus

STICCHI DAMIANI Non è mancato ovviamente un commento del presidente Aci, la federazione che organizza il rally di Sardegna, Angelo Sticchi Damiani: “È evidente che la situazione pandemia scatenata dal coronavirus, con le sue diverse modalità di sviluppo da Paese a Paese, renda necessaria una completa rivisitazione del calendario delle maggiori serie motoristiche internazionali, ivi compreso il Wrc. In questo senso, Automobile Club d’Italia, come Federazione dell’automobilismo sportivo tricolore e come organizzatore del Rally Italia Sardegna si è reso disponibile, con la Fia e la Wrc Promoter, a studiare una eventuale nuova collocazione dell’appuntamento tricolore del mondiale rally. Questo al fine di consentire la realizzazione di un nuovo calendario che, da una parte, consenta un regolare svolgimento della serie iridata e, dall’altra, salvaguardi gare di grande prestigio e importanza storica come appunto il Rally Italia Sardegna”.


TAGS: rally angelo sticchi damiani rally portogallo rally italia sardegna WRC 2020 Coronavirus CoViD-19 Mondiale Rally