Autore:
Massimo Grassi
Pubblicato il 08/06/2016 ore 10:57

TIME ATTACK Stop! Il quadrante del cronometro segna 17’35” e 139 centesimi, ovvero il tempo impiegato da una Subaru WRX STi preparata dalla Prodrive e guidata da Mark Higgins per compiere un giro sul circuito del Tourist Trophy, lungo circa 60 km (37,73 miglia). La cosa vi dice poco o nulla? Beh, sappiate che si tratta del nuovo record (per auto) dell’Isola di Man che va a cancellare il primato, appartenente a un’altra Subaru WRX STi, fatto segnare nel 2014 con il tempo di 19’26”.

DIFFERENZE CHE CONTANO Possibile che nel giro di 2 anni un’auto possa limare di quasi due minuti il tempo sul giro di un circuito? Certo, specialmente se la nuova Subaru WRX STi, denominata Time Attack, può contare su un motore da 600 cv e tante altre modifiche strutturali studiate in collaborazione con Prodrive. Il modello del 2014 era invece molto simile alla WRX di serie. Il risultato è un’auto capace di girare il circuito del Tourist Trophy a una velocità media di 203 km/h (128,73 miglia orarie). La velocità massima toccata lungo le stradine dell’Isola di Man è stata invece di 288 km/h.

INCONTENTABILI Avete appena migliorato un record su uno dei tracciati più affascinanti (e pericolosi) del pianeta. Cosa fate? Uscite a festeggiare con gli amici? Stringete le mani di ingegneri, tecnici, meccanici etc…? Vi buttate a letto a dormire? Assolutamente no! Passate ore e ore a studiare telemetrie, dati et similia per capire se e dove migliorarvi per provare a limare ancora anche solo qualche centesimo. Cosa che Mark Higgins farà venerdì prossimo, quando porterà nuovamente la sua Subaru WRX STi “Time Attack” sull’asfalto dell’Isola di Man.


TAGS: video subaru record tourist trophy isola di man Subaru WRX STi