Pubblicato il 07/08/20

ASSEN IN CONTROTENDENZA Nella fase-3 del coronavirus ci siamo dovuti abituare a nuovi standard. Da un lato abbiamo riacquistato la possibilità di muoverci liberamente e senza restrizioni, dall’altro abbiamo anche iniziato a convivere con l’idea che le nostre manifestazioni sportive preferite andassero in scena senza pubblico. Così è stato per la Serie A di calcio, così sarà per le gare di Formula 1, addirittura tre in Italia con Monza, Mugello e Imola, senza che nessuno degli appassionati abbia la possibilità di acquistare un biglietto in tribuna. Per questo, la decisione comunicata oggi dal governo olandese e dal Dtm è destinata a far notizia: in netta controtendenza con il resto del mondo (del motorsport), il campionato turismo tedesco ha infatti messo in vendita 20.000 biglietti per il weekend di Assen…

Circuito TT Assen, Superbike

10K POSTI A SEDERE Non è soltanto una buona notizia per il Dtm visto che, di fatto, si tratta della prima manifestazione sportiva europea di un certo livello a permettere l’ammissione del pubblico segnando un lento ma deciso passo verso la normalità del post-Covid. Le date da segnare in rosso sul calendario, soprattutto se vi trovate in Olanda per lavoro o in vacanza, è quello del 4, 5 e 6 settembre 2020, anche se in realtà le tribune saranno aperte solo nelle giornate di sabato e domenica. 10.000 i biglietti disponibili per ognuna delle due giornate con posti a sedere limitati, numerati e separati in modo da rispettare il distanziamento di 1.5 metri tra ogni appassionato.

DTM 2019

PREZZO VANTAGGIOSO Il prezzo, inoltre, sarà scontato rispetto al solito costo dei tagliandi d’ingresso per una giornata di Dtm: anziché pagare 79 euro, i fan della serie tedesca dovranno sborsare “solo” 49 euro (24.50 se under-14, ingresso gratuito per i bimbi sotto i 6 anni) per regalarsi il primo evento motoristico a porte aperte dall’inizio della pandemia. Una scontistica giustificata dal fatto che, al contrario di quanto accade in un weekend Dtm tradizionale, non sarà possibile entrare nel paddock, con piloti e membri dei team che invece continueranno a osservare le misure di sicurezza della bolla anti-contagio. I biglietti sono già in vendita sul sito ufficiale della categoria che vede quest’anno scontrarsi – in attesa di sciogliere le incertezze per il futuro – Audi e Bmw.

Indianapolis Motorspeedway

INDY GETTA LA SPUGNA Situazione, quella di Assen, decisamente in controtendenza rispetto a Formula 1 e MotoGP ma anche alla IndyCar. Gli organizzatori del celebre campionato a ruote scoperte americano, avevano inizialmente deciso di aprire gli spalti per la consueta festa nazionalpopolare della 500 Miglia di Indianapolis, ma hanno poi dovuto gettare la spugna dinanzi alla realtà di una pandemia che, Oltreoceano, proprio non vuole saperne di allentare la morsa. La Indy500, che quest’anno vedrà anche Fernando Alonso tra i partecipanti nella speranza di portare a casa la Triple Crown del motorsport, si disputerà dunque ufficialmente a porte chiuse il 23 agosto. Proprio la scorsa settimana, per le stesse ragioni legate all’analisi delle curve di contagio negli States, i promotori della categoria avevano anche deciso di rinviare a data da destinarsi la tappa di Mid-Ohio, che si sarebbe dovuta tenere in questo fine settimana.


TAGS: assen porte aperte dtm 500 Miglia di Indianapolis indycar Indy500 Coronavirus CoViD-19 covid