Pubblicato il 19/01/2020 ore 16:00

SCOTTO DEL NOVIZIATO La prima esperienza di Fernando Alonso alla Dakar si è chiusa con il tredicesimo posto in classifica generale e un'altalena di prestazioni nelle singole prove più che comprensibile per un pilota proveniente dalla pista e alla sua prima esperienza nel massacrante rally raid. Lo spagnolo è stato rallentato da alcuni incidenti, come la roccia colpita nelle prime giornate e il cappottamento nella decima tappa, ma ha mostrato anche un buon ritmo, chiudendo ad esempio al secondo posto nell'ottava prova.

BILANCIO POSITIVO Alonso è soddisfatto della sua prima Dakar, disputata al volante di una Toyota Hilux, e sottolinea come la velocità mostrata fosse più che buona: ''Mi sono sentito competitivo quasi ogni giorno. Nell'ultima tappa abbiamo avuto una foratura, ma abbiamo raggiunto Al Rajhi e concluso al quarto posto, quindi penso che saremmo stati in lizza per vincere la prova. Se deciderò di tornare nuovamente nella Dakar, sarà con grandi aspettative. Non voglio pensarci ora, sono contento di come è andata''. 

Dakar 2020: Fernando Alonso (Toyota)

PORTE APERTE AL RITORNO Il due volte campione del mondo non è certo uno che partecipa alle competizioni per il puro spirito decoubertiano e infatti Alonso non esclude di tornare a sfidare le dune, ma solo con l'intenzione di lottare per la vittoria: ''Logicamente, dopo questa prima esperienza ed essendo stato competitivo, se dovessi correre in futuro lo farei per vincere, per aggiungere un'altra importante vittoria alla mia carriera. Ma c'è tempo per questa decisione. Dovrei avere una preparazione più precisa e dettagliata e disporre dei migliori materiali. Se ti piace correre, passare le vacanze in auto è una buona opzione. Vedremo''. Alonso si concentrerà ora sulla 500 Miglia di Indianapolis, alla quale dovrebbe partecipare con il team Andretti. Dopo di che, durante l'estate valutare i suoi programmi per il 2021, non escludendo di fare un pensiero alla F1, come recentemente dichiarato.


TAGS: toyota alonso dakar