Pubblicato il 02/05/20

SALTA LONDRA Doveva essere il primo evento della storia della Formula E (e del motorsport di un certo livello) disputato al coperto, ma anche in questo caso è d’obbligo parlare al passato. Gli organizzatori del campionato elettrico hanno infatti ufficializzato la cancellazione (e non il semplice rinvio a data da destinarsi) dell’ePrix di Londra che avrebbe dovuto chiudere con emozionante e inedito double header la stagione 2019-2020. Il motivo? Legato alla pandemia da coronavirus, ovviamente, ma principalmente di carattere organizzativo-logistico.

Come il coronavirus sta influenzando i campionati motoristici: il calendario dei rinvii/annullamenti

EXCEL IN PRIMA LINEA Il circuito cittadino era uno dei fiori all’occhiello del campionato full electric, perché si snodava su un percorso ricavato all’interno e parzialmente anche all’esterno dell’avveniristica struttura dell’ExCeL Exhibition Centre di Londra. La riprova di quanto, in alcuni casi, l’organizzazione della Formula E sia in grado di portare il motorsport su terreni inesplorati come quello delle gare indoor. La struttura è però stata riconvertita in questi difficili momenti per supportare la lotta al CoViD-19 e, da quanto si legge nella nota pubblicata dagli organizzatori, anche ipotizzando una rapida risoluzione della crisi sanitaria non ci sarebbero comunque i tempi tecnici – il doppio ePrix era in programma il 25 e 26 luglio – per smantellare le apparecchiature mediche e assemblare un autodromo temporaneo.

Formula E, la Gen2 Evo a New York

AVANTI IL PROSSIMO Se la tappa londinese è stata ormai ufficialmente cancellata, c’è da dire che l’ipotesi di uno o più ePrix “di recupero” in Inghilterra non è affatto tramontata, con Silverstone, Brands Hatch e Donington (dove in passato si era anche tenuta una sessione di test precampionato) che si candidano a ospitare un’eventuale gara a porte chiuse. Mentre si studia il futuro, le ultime indiscrezioni raccolte dai colleghi di Motorsport.com segnalano come anche New York sia prossima a cedere il passo con la cancellazione dell’ePrix dell’11 luglio: così come l’ExCeL di Londra, anche la zona di Brooklyn che ospita il tracciato è attualmente utilizzata nella lotta al virus che sta flagellando la Grande Mela. Per eventuali gare sostitutive, si ipotizza il recupero della gara di Berlino nell’ex aeroporto di Tempelhof e di Seoul.


TAGS: formula e calendario formula e ePrix New York CoViD-19 ePrix Londra