Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 11/03/2019 ore 13:00

POLEMICHE Una domenica d’ordinaria follia, quella dell’ePrix di Hong Kong di Formula E. Il campionato elettrico si conferma ancora una volta senza padroni, con alcuni “big” finiti subito fuori gioco e altri che si sono autoeliminati a pochi metri dal traguardo. È il caso di André Lotterer e di Sam Bird, rispettivamente al primo e al secondo posto quando, nel penultimo giro di gara, il britannico della Virgin Racing ha tamponato in staccata il tedesco di Ds Techeetah. Risultato? 14esimo posto per uno, costretto a chiudere la gara con una ruota a terra, sesta posizione – la penalizzazione è arrivata oltre quattro ore dopo la bandiera a scacchi – per l’altro.

FURIA LOTTERER Ancor prima di apprendere la decisione dei commissari che hanno poi arretrato di cinque secondi (e cinque posizioni) Bird, Lotterer si è mostrato piuttosto deluso. “Ero al comando della gara – ha spiegato ai colleghi di Motorsport.comma sono stato colpito piuttosto duramente sul posteriore da Sam. Mi ha totalmente distrutto la sospensione e la gomma, me ne sono accorto subito ma ho provato a sopravvivere per qualche curva. Purtroppo non era possibile andare avanti dopo che ha cercato di usarmi come strumento per frenare, non una manovra molto corretta. Anzi, è stato abbastanza disgustoso perché conosciamo queste macchine, sappiamo che sono molto robuste e quali sono i rischi che possiamo prenderci”.

BIRD DISPIACIUTO L’inglese ha poi risposto alle critiche del collega: “Immaginavo che non fosse possibile avere un contatto con il leader causandogli dei problemi e poi non avere in qualche modo una penalità. Certamente, però, speravo in qualcosa di diverso come una sanzione in griglia per la prossima tappa. André ha detto che è stata una manovra disgustosa? È stato un peccato, mi sento sinceramente dispiaciuto per quello che è successo, ma non c’era malizia da parte mia. Lui meritava di vincere la gara anche se io sentivo di essere molto più rapido di lui e di avere più energia disponibile. In ogni caso, il leader era lui…”.

REPLICA FINALE Lotterer ha infine commentato lapidario a margine dell’ufficializzazione del nuovo ordine d’arrivo: “Pensavo sarebbe stata una bella giornata per noi, ma siamo tornati a casa a mani vuote. È una situazione abbastanza triste perché, anche se Sam è stato penalizzato con 5 secondi, questo non cambia quello che mi è accaduto. E non posso riavere indietro i punti che meritavo. La cosa buona è che ho comunque portato a casa il giro più veloce della gara, il che mi dà fiducia in vista della prossima gara a Sanya”.


TAGS: formula e virgin racing sam bird andrè lotterer ds techeetah Formula E 2018-2019 Hong Kong ePrix