Autore:
Salvo Sardina

ZERO PUNTI Nessun punto portato a casa dalla trasferta Formula E di Hong Kong: un bottino decisamente deludente per Ds Techeetah, che puntava proprio sulla metropoli asiatica per invertire la rotta dopo gli ePrix in Cile e Messico. E dire che il colpaccio è sfuggito solo per una manciata di chilometri, con André Lotterer al comando fino all’inizio dell’ultimo giro, prima di essere tamponato dal rivale Sam Bird (la cui manovra è stata poi, non senza strascichi polemici, penalizzata a fine gara). Altro fine settimana storto, invece, per il campione in carica Jean-Eric Vergne.

MALE VERGNE Che le cose si sarebbero messe male per Jev lo si poteva intuire già dalle qualifiche, che hanno visto il pilota francese subito protagonista in negativo. L’ex Toro Rosso F1 ha infatti sì registrato un crono sufficiente ad accedere alla Superpole, ma è poi stato retrocesso a causa del testacoda che ha reso necessario esporre la bandiera rossa. Partito dalla diciottesima casella, Vergne ha provato a recuperare ma è rimasto inevitabilmente bloccato nel traffico delle retrovie, commettendo anche qualche errore.

PARLA JEVEvidentemente – ha spiegato Vergne a fine gara – non era la mia giornata. Io ho avuto ancora un po’ di sfortuna, poi mi spiace anche per André. La vittoria era ormai sua, abbiamo perso un successo come team. Tutto quello che sarebbe potuto andare storto, è andato storto… Non ho davvero molto altro da dire. Dobbiamo metterci questo fine settimana alle spalle e guardare avanti, ci riprenderemo a Sanya. Sarà la nostra gara di casa, quindi speriamo di poter finalmente avere una buona gara”.

DISPIACERE PER LOTTERER Incassata la giornataccia di Jev, ovviamente tutte le attenzioni del team sono andate allo sfortunato epilogo della domenica di André Lotterer, al comando per l’80% della gara ma poi quattordicesimo a seguito del tamponamento di Bird. “La vittoria – ha dichiarato il team principal Ds Techeetah, Mark Prestonse la meritava tutta. Sin da quando è arrivato con noi, è migliorato di gara in gara arrivando anche diverse volte sul podio. Il successo avrebbe dovuto essere suo, dopo aver dimostrato la sua forza per tutto il fine settimana. Probabilmente si tratta di una delle gare più stressanti degli ultimi tempi, con André in lotta per la vittoria e Jean-Eric nelle retrovie, protagonista di un’altra giornata sfortunata. Jev è pieno di talento, per lui è frustrante non essere in condizione di lottare al vertice. Ma prendiamo quello che c’è di positivo in questo weekend e cerchiamo di completare un buon ePrix a Sanya fra due settimane”.


TAGS: formula e andrè lotterer ds techeetah Formula E 2018-2019 Hong Kong ePrix Jean-Eric Vergne