Autore:
Salvo Sardina

DS CONTRO IL RAZZISMO I festeggiamenti di fine anno sono costati molto cari a una dipendente del team Ds Techeetah. La ragazza francese, che nel team ricopre il ruolo di Event Manager, aveva infatti postato sui propri canali social alcuni video in cui, dopo essersi dipinta la faccia di nero, scherzava con un amico travestito da scimpanzé. Goliardata, leggerezza o stupidità (o magari tutte e tre le cose insieme), specie in un momento storico dove la tensione sociale e la sensibilità per le tematiche del razzismo sono molto forti. E non è certo un caso che il video abbia subito fatto il giro del web scatenando l’indignazione di molte persone, spinte poi anche a richiedere con forza l’intervento del team campione in carica in Formula E.

LA RISPOSTA DI TECHEETAH Intervento che in effetti non si è fatto attendere a lungo. Nei momenti immediatamente successivi alla pubblicazione dei video, la scuderia cinese – che dal 2018 ha inaugurato una vincente partnership con DS, brand di lusso del gruppo francese Psa – è stata taggata da molti fan con l’esplicita richiesta di prendere posizione nella vicenda. L’account ufficiale su Twitter si è inizialmente limitato a rispondere che “DS Techeetah non approva nessun tipo di comportamento razzista e sta investigando sull’accaduto”. Poco dopo è però arrivato anche un comunicato ufficiale che spiega la scelta di sospendere la dipendente dalla propria attività all’interno del team, storicamente in prima linea nella salvaguardia della diversità, sia di carattere sociale che per quanto riguarda l’ambiente.

IL COMUNICATOIl DS Techeetah Formula E Team – si legge nella nota – è un’organizzazione impegnata nel rispetto dell’uguaglianza e delle diversità. Lo staff dell’azienda rappresenta dieci diverse nazionalità: la squadra è cinese, il team principal australiano, i piloti vengono dal Portogallo e dalla Francia; in questa stagione correremo in 12 Paesi, toccando Medio Oriente, Asia, Europa e America. Visto questo respiro internazionale e considerando che i successi del team si sono basati sul talento, sulla stretta collaborazione e sul rispetto tra culture e nazionalità diverse, intendiamo tenere una posizione di tolleranza zero riguardo a ogni espressione di odio, intolleranza e razzismo. I contenuti recentemente pubblicati sugli account social privati di un nostro dipendente sono fondamentalmente in contrasto con il nostro credo. La persona in questione è stata pertanto sospesa dal team”.


TAGS: formula e ds techeetah