Pubblicato il 17/05/20

MERCEDES SPETTATRICE INTERESSATA La separazione tra Sebastian Vettel e la Ferrari non ha lasciato indifferente Toto Wolff. Il boss della Mercedes, dopo il commento sulla vicenda reso pubblico poche ore dopo l'annuncio da parte del team di Maranello, è tornato ancora una volta a sottolineare come il profilo del tedesco lo renda un candidato molto interessante per un sedile delle Frecce d'Argento. Sia Lewis Hamilton sia Valtteri Bottas sono in scadenza di contratto e i commenti del manager austriaco potrebbero essere visti anche come strategia in ottica di contrattazione con i due attuali piloti Mercedes.

OPERAZIONE DI MARKETING DI SUCCESSO In un'intervista all'emittente televisiva austriaca ORF, Wolff ha dichiarato: ''Certo, un pilota tedesco su una macchina tedesca è una bella storia di marketing. Siamo concentrati esclusivamente sul successo e Sebastian è ovviamente uno davvero bravo. Può mettere in campo tutta la sua influenza e decidere da solo se lasciare o unirsi a un'altra squadra. Ci sono ancora alcuni posti interessanti dove andare''. Con i sedili di Ferrari, Red Bull e McLaren già assegnati per il 2021 o comunque - nel caso del team austriaco per il posto ora occupato da Alexander Albon - pubblicamente negati al tedesco, i ''posti interessanti'' a cui si riferisce Wolff si riducono però proprio alla Mercedes e in seconda battuta alla Renault.

Toto Wolff (Mercedes) e Mattia Binotto (Ferrari)

RISCHIO DA EVITARE In ogni caso, Wolff ha voluto specificare che la Mercedes non seguirà la stessa strategia adottata da Ferrari e McLaren, preferendo aspettare prima di decidere il futuro dei propri piloti: ''Non ci metteremo in quella posizione. È un po' difficile da gestire se hai un pilota che nella prossima stagione sarà in una squadra avversaria''. Un aspetto critico è quello delle novità tecniche che potrebbero essere carpite e suggerite all'altra scuderia, motivo per cui Daniel Ricciardo nel suo ultimo anno in Red Bull venne tenuto all'oscuro di qualsiasi cosa dopo l'annuncio estivo del suo passaggio alla Renault: ''Sai che il tuo pilota può usarlo contro di te l'anno successivo - ha aggiunto Wolff - Ecco perché tutte le scuderie che hanno fatto questi annunci così in fretta ora si trovano in una situazione difficile, nella quale non vogliamo essere''.

QUATTRO PRETENDENTI La Mercedes si trova comunque nell'invidiabile situazione di poter scegliere tra un poker di pretendenti ai suoi sedili, tutti di altissimo valore. Agli attuali due piloti titolari e a Vettel, infatti, si aggiunge il talento di George Russell, al momento parcheggiato alla Williams per fare esperienza: ''Stiamo guardando a cosa faremo con Russell e poi c'è la svolta di Vettel - ha concluso Wolff - Questo però non è al primo posto della nostra agenda al momento, vogliamo concentrarci prima sulla nostra squadra''.


TAGS: mercedes vettel f1 wolff