Pubblicato il 09/06/20

UN'IDEA CHE DIVIDE La proposta di disputare una gara di qualifica al sabato con griglia di partenza invertita rispetto alla classifica generale del Mondiale di F1 è stata respinta a causa dell'opposizione da parte della Mercedes. La stragrande maggioranza delle scuderie era dunque favorevole a questa situazione, pensata per dare un minimo di cambiamento in particolare a quei gran premi che si correranno sullo stesso circuito in cui si è corso la settimana precedente. Neppure tra i piloti, però, il consenso raccolto dalla griglia invertita è unanime.

IL PUNTO DI VISTA DI RICCIARDO A schierarsi contro questa proposta è ad esempio Daniel Ricciardo: ''Non sono sempre della vecchia scuola, ma immagino che non sia davvero questo il primo punto nella nostra lista di cose prioritarie da cambiare. Immagino alcuni fan dire: 'Sarebbe bello vedere i più veloci che provano a risalire il gruppo'. Capisco quel punto di vista, ma ci sono molti scenari in cui non funzionerebbe e renderebbe le cose un po' confuse. Posso capire che dal loro punto di vista possa essere eccitante. Ma, dal punto di vista di un purista e delle corse, non credo che dobbiamo andare in quella direzione. Questo è il modo migliore per dirlo''.

F1 2020: Toto Wolff (Mercedes) e Christian Horner (Red Bull)

LA REPLICA DI HORNER Tornando alle motivazioni per cui si guardava a questa alternativa, Chris Horner ha spiegato a Motorsport.com il punto di vista dei team a favore: ''Il problema è che se ripetiamo lo stesso formato nella stessa sede, è probabile che il risultato sia molto simile. Penso che avessimo l'occasione ideale per provare qualcosa di diverso. Sfortunatamente, c'era una squadra che era contro. Quindi sarà un peccato perdere questa opportunità''.


TAGS: mercedes f1 ricciardo griglia invertita