Perché l'e-mail di Wolff a Masi era inutile
F1 2021

L'inutile email di Wolff


Avatar di Luca Manacorda , il 28/07/21

1 mese fa - Le informazioni inviate da Wolff alla direzione gara erano irrilevanti

Le informazioni inviate dalla Mercedes alla direzione gara dopo l'incidente tra Hamilton e Verstappen erano irrilevanti

COMUNICAZIONE FUORI DAGLI SCHEMI Nei concitati minuti successivi all'incidente tra Max Verstappen e Lewis Hamilton nel primo giro del GP Gran Bretagna abbiamo assistito a una scena piuttosto insolita, con Toto Wolff che comunicava via radio al direttore di gara Michael Masi di avergli inviato un'e-mail contenente ''diagrammi su dove dovrebbe essere la vettura'' in situazioni di battaglia ruota a ruota come quella di Silverstone. Uno sforzo inutile, visto che Masi ha subito risposto di non poter accedere alla sua posta elettronica durante le gare. Il boss della Mercedes non si era fatto scoraggiare, aggiungendo che un'occhiata sarebbe stata utile perché la missiva conteneva aspetti inerenti le regole e che sarebbe salito di persona in direzione gara per discuterne. L'obiettivo di Wolff era quello di evitare possibili penalità nei confronti di Hamilton, come poi effettivamente avvenuto con i 10 secondi inflitti dagli steward al britannico per aver provocato la collisione.

Michael Masi, direttore di gara Fia Michael Masi, direttore di gara Fia

VEDI ANCHE



OLTRE AL DANNO LA BEFFA Lo sforzo di Wolff sarebbe stato comunque inutile, secondo quanto riporta il sito Motorsport-total.com. Questo perché le informazioni contenute nell'e-mail risultano irrilevanti, essendo provenienti da un documento non ufficiale della FIA, in quanto ''non comunicato a tutte le squadre come linea guida vincolante''. Lo schema fornito da Wolff, infatti, faceva parte di un chiarimento inviato dalla Federazione alla stessa Mercedes nel 2015, in un periodo in cui Hamilton e Nico Rosberg si davano spesso battaglia in pista. La scuderia campione del mondo ha sempre ritenuto quel chiarimento un documento ufficiale e per questo lo ha inviato a Masi. In realtà, nessuno alla FIA era a conoscenza di questo diagramma, risalente a un'epoca in cui il direttore gara era ancora il compianto Charlie Whiting. 

ERRORE IN BUONA FEDE Si potrebbe pensare che la Mercedes abbia provato in malafede a far passare questa comunicazione come un documento ufficiale, ma è molto più probabile che si sia trattato di un semplice malinteso. Lo conferma il fatto che, nel consueto video di resoconto che gli ingegneri della scuderia pubblicano online il giovedì successivo ai gran premi, il direttore tecnico James Allison fa riferimento alla ''guida ai sorpassi della FIA'', apparentemente ignaro del fatto che si trattasse di una comunicazione irrilevante per questo episodio.


Pubblicato da Luca Manacorda, 28/07/2021

Tags
Vedi anche
Logo MotorBox