Non solo Djokovic: GP Australia negato ai non vaccinati
Formula 1

GP Australia vietato ai non vaccinati


Avatar di Luca Manacorda , il 21/10/21

1 mese fa - Il premier dello stato di Victoria mette in chiaro le regole

Il premier dello stato di Victoria mette in chiaro le regole anti Covid in vista degli eventi sportivi del 2022

DOVE TUTTO È INIZIATO Dopo due anni di assenza causa pandemia di Covid-19, nell'aprile del 2022 il GP Australia tornerà finalmente ad essere disputato. La gara in programma all'Albert Park di Melbourne era stata la prima a saltare nel 2020, con quel surreale weekend in cui il Circus pensava di correre nonostante i casi di coronavirus in rapida ascesa e che invece fu costretto a cancellare ancora prima che i motori si accendessero dopo le prime positività riscontrate nel paddock. Anche la prossima edizione potrebbe però essere off limits per chi, tra piloti o membri del team, ha scelto di non vaccinarsi.

VEDI ANCHE



IL DIVIETO DEL PREMIER A spiegare il pugno duro dello Stato di Victoria, di cui Melbourne è la capitale, è stato il premier Daniel Andrews. Lo spunto è arrivato dalle recenti dichiarazioni di Novak Djokovic, il quale ha spiegato di non voler rivelare se si è vaccinato o meno contro il Covid-19 in vista degli Australian Open in programma a gennaio: ''Non credo che un tennista non vaccinato otterrà un visto per entrare in questo paese. E se anche ottenesse un visto, probabilmente dovrebbe essere messo in quarantena per un paio di settimane. Ma non personalizziamolo: non credo che nessun altro giocatore di tennis o golfista o pilota di F1 otterrà nemmeno un visto per arrivare qui. Se mi sbaglio, sono sicuro che il governo federale ve lo farà sapere. Devi essere vaccinato per proteggerti e per proteggere gli altri''.

SEGNALE SBAGLIATO Per spazzare ogni dubbio, Andrews ha poi aggiunto che questa politica non cambierà sicuramente nel breve periodo: ''Non incoraggeremo essenzialmente le persone a non farsi vaccinare perché pensano di poter aspettare qualche mese o qualche settimana''. L'Australia ha finora registrato oltre 152.000 casi di Covid-19 e quasi 1.600 morti, numeri molti inferiori ad esempio rispetto a quelli degli stati europei. Ciò si è reso possibile con una serie di restrizioni molto severe tra cui diversi periodi di lockdown ai primi segnali di ripresa dei contagi. Al 19 ottobre, il 71% della popolazione locale ha ricevuto almeno una dose, il 57,2% ha completato la vaccinazione.


Pubblicato da Luca Manacorda, 21/10/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox