Honda replica a Hamilton sul motore Red Bull
F1 2021

Honda risponde a Hamilton: "Ecco perché le nostre prestazioni sono migliorate"


Avatar di Luca Manacorda , il 14/07/21

4 mesi fa - Nuovo botta e risposta tra rivali per il titolo mondiale

Nuovo botta e risposta tra la Honda e la Mercedes sulle prestazioni del motore giapponese fornito alla Red Bull

SCONTRO CONTINUO La doppietta della Red Bull sul circuito di casa è stata un duro colpo per la Mercedes, che ora si trova a dover recuperare un pesante gap nelle due classifiche iridate. La battaglia tra i due team prosegue anche fuori dalla pista, con gli uomini guidati da Toto Wolff che continuano ad avanzare sospetti sull'operato della scuderia austriaca, trovando sempre pronta la replica degli avversari. Alla vigilia del GP Gran Bretagna è nuovamente la Honda, fornitrice delle power-unit per le monoposto di Max Verstappen e Sergio Perez, a prendere la parola per difendere il proprio operato.

I MOTIVI DEL MIGLIORAMENTO A chiamare in causa i giapponesi è stato Lewis Hamilton, il quale ha sottolineato la superiorità dal motore Honda sui rettilinei del Red Bull Ring. Toyuharu Tanabe, boss del progetto F1, già dopo il GP Francia aveva rilasciato una secca smentita alle illazioni su un possibile upgrade che avrebbe aggiunto 15 cavalli ai motori delle RB16B. Questa volta l'ingegnere giapponese si è concentrato sui motivi che permettono alle vetture del team austriaco di essere così veloci sul dritto: ''Le prestazioni in pista derivano sempre dal pacchetto della vettura, quindi telaio e propulsore - ha dichiarato a The Race - Forse le persone che puntano il dito sul miglioramento della power unit Honda non sono riconoscenti con chi lavora alla Red Bull. La monoposto è molto migliorata sul telaio. Ecco perché le nostre prestazioni sono migliorate''.

VEDI ANCHE



F1 2019, Toyoharu Tanabe (Honda) sul podio del Gp Austria F1 2019, Toyoharu Tanabe (Honda) sul podio del Gp Austria

NESSUNA SORPRESA Scendendo più nel dettaglio delle frasi di Hamilton, Tanabe ha aggiunto: ''Un pilota di solito pensa che se ha un deficit sul rettilineo, ciò dipenda dalla potenza del motore. Se hai un'ala grande, ovviamente capisci perché sei lento. Ma come pacchetto non sai quanto drag hai o ha l'altra macchina o quale sia la differenza di potenza data dal motore. Ripetendo i commenti del pilota si tratta sempre della potenza del motore, quindi non sono molto sorpreso''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 14/07/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox