Autore:
Simone Valtieri

EPILOGO IRIDATO Mancano quattro Gran Premi al termine del Campionato Mondiale di Formula 1 2018 (USA, Messico, Brasile e Abu Dhabi) e Lewis Hamilton comanda la classifica con ben 67 punti di margine su Sebastian Vettel e con 4 successi in più nel corso della stagione. Il pilota della Mercedes potrebbe festeggiare già domenica 21 ottobre, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti, il suo quinto titolo iridato, gli basterà guadagnare 8 punti sul più diretto rivale in classifica, proprio il tedesco della Ferrari, affinché ciò avvenga.

LA PUNTATA CHE PAGA DI MENO La combinazione più immediata e forse probabile, visto lo stato di forma della Mercedes degli ultimi GP, è che Hamilton giunga primo con Vettel terzo. In questo modo guadagnerebbe 10 punti e sarebbe matematicamente certo della vittoria. L'indiziato numero uno a mettersi tra i due è il suo fido scudiero Valtteri Bottas, ma hanno chance di farlo anche i due piloti della Red Bull, Daniel Ricciardo e Max Verstappen.

BASTANO PARI PUNTI... La prima condizione che deve necessariamente verificarsi è per Hamilton quella di mettersi alle spalle Vettel. Se dovesse arrivare secondo (18 punti), basterebbe che Vettel non facesse meglio che quinto, visto che con i 10 punti conquistarti il tedesco finirebbe a -75 dal rivale ma anche vincendo tutte e tre le restanti gare con Lewis sempre a quota zero, in caso di parità di punti a fine anno avrebbe il britannico avrebbe comunque una vittoria in più del rivale.

...NELLA MAGGIOR PARTE DELLE COMBINAZIONI Proprio questo particolare aspetto è importante: sono remote le combinazioni matematiche che prevedono l'arrivo dei due piloti a pari punti con una vittoria iridata di Vettel. Questo perché per pareggiare le 9 vittorie di Lewis, Seb ha bisogno di vincere tutti e quattro i restanti GP e fare dunque 100 punti, chiudendo il mondiale a quota 364. Dai suoi 331 punti Lewis per raggiungere la stessa somma dovrebbe fare nelle restanti gare 33 punti e dunque fare, per ipotesi, un secondo e un terzo posto con due ritiri.

LE ALTRE COMBINAZIONI. Proseguendo a scalare con i risultati di Lewis, se giungesse terzo ad Austin (15 punti), Vettel non dovrebbe fare meglio che settimo (6 punti). Se giungesse quarto (12 punti), Seb non dovrebbe fare meglio che ottavo (4 punti). Se giungesse quinto (10 punti) Seb non dovrebbe fare meglio che nono (2 punti). Infine, se Hamilton giungesse sesto (8 punti) e Seb terminasse fuori dai dieci o si ritirasse, Lewis potrebbe festeggiare sul podio texano anche il suo quinto titolo iridato.

TABELLA RIEPILOGATIVA

LEWIS HAMILTON (331 PT) È CAMPIONE AD AUSTIN SE…   Differenza
… arriva 1° (+25 pt)… 356 pt … e Vettel non fa meglio che 3° 264 pt 77 pt
… arriva 2° (+18 pt)… 349 pt … e Vettel non fa meglio che 5° 274 pt 75 pt
… arriva 3° (+15 pt)… 346 pt … e Vettel non fa meglio che 7° 270 pt 76 pt
… arriva 4° (+12 pt)… 343 pt … e Vettel non fa meglio che 8° 268 pt 75 pt
… arriva 5° (+10 pt)… 341 pt … e Vettel non fa meglio che 9° 266 pt 75 pt
… arriva 6° (+8 pt)… 339 pt … e Vettel non arriva nella top 10 264 pt 75 pt

TAGS: sebastian vettel lewis hamilton Hamilton f1 2018 Hamilton campione se Combinazioni titolo 2018