F1 / news

F1 Vettel: Montreal, tracciato duro per pilota e macchina


Avatar di Simone  Dellisanti , il 09/06/16

5 anni fa - F1 GP Canada Vettel: ho già conosciuto il Muro dei Campioni e non voglio rivederlo

F1 GP Canada Vettel: ho già conosciuto il Muro dei Campioni e non voglio rivederlo

Benvenuto nello Speciale F1 2016 GP CANADA, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2016 GP CANADA qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

STORICO BINOMIO Il circuito di Montreal è da sempre amico delle Rosse di Maranello. Nella storia del tracciato canadese la Ferrari ha messo la firma su ben 11 vittorie grazie a piloti come Gilles Villeneuve, Jean Alesi e Michael  Schumacher.

IL TURNO DEL TEDESCO Sebastian Vettel ha già conquistato la vittoria in Canada ma non con la Ferrari. Dunque, quale miglior occasione per tornare alla vittoria se non cogliendo la chance di riportare la Ferrari sulla vetta del podio, proprio su un circuito cosi favorevole alle Rosse. Le premesse sono positive anche perché Sebastian ha recentemente dichiarato di essere davvero "molto contento di gareggiare qui a Montreal. La città è veramente fantastica e il circuito mi piace molto, come piace a tutti i piloti del Circus e agli appassionati di Formula 1".

VEDI ANCHE



CARATTERISTICHE TECNICHE Il circuito automobilistico di Montreal è un tracciato vecchio stampo che ha saputo conquistarsi un posticino nel cuore di ogni fan automobilistico. Considerato come uno dei tracciati più emozionanti del Mondiale, grazie alla presenza dei muretti posti molto vicino alla pista e che contornano anche l'ultima micidiale chicane, dove il famigerato "muretto dei campioni" ha infranto i sogni di vittoria e di gloria di molti piloti. Muro che Sebastian Vettel ha già conosciuto una volta e che, ovviamente, non vuole rivedere.

SAFETY CAR Il tracciato è semi permanente. Ciò è dovuto alla natura stessa della pista che richiede un continuo lavoro per la ricerca di maggior sicurezza e dove i muretti sono una soluzione obbligata, non essendo possibile  allargare gli spazi di fuga. Di conseguenza nel caso di incidenti o monoposto ferme sulla gareggiata è molto facile che la gara sia neutralizzata dall'intervento della Safety Car. Anche la semplice rimozione di una vettura incidentata può presentare problemi logistici non indifferenti.

SFIDA CANADESE Come dichiarato dal tedesco della Ferrari: "Montreal sarà una prova dura non solo per il pilota ma anche per la macchina, soprattutto per i freni e le gomme. Il set up della monoposto dovrà essere incentrato sulla trazione per far fronte alle lunghe frenate del circuito e alle chicane che comportano repentini cambi di direzione. Senza contare la necessità di calcolare al millimetro il punto di frenata se non si vuole andare a baciare qualche muretto della pista".


Pubblicato da Simone Dellisanti, 09/06/2016
Gallery
f1 2016 gp canada
Logo MotorBox