Pubblicato il 31/03/20

ALTRO RINVIO Era ormai da settimane considerata una tappa a rischio ed è adesso arrivata la naturale decisione di rinviarla a un periodo più florido. Parliamo della Targa Florio, la gara più antica al mondo – un primato conteso e dibattuto solo con la 500 Miglia di Indianapolis – che il 7 maggio avrebbe dovuto aprire il Campionato Italiano Rally 2020 dopo il rinvio di Ciocco e 1000 Miglia e che quest’anno soffierà le 104 candeline. “A cursa” lo farà in “data da destinarsi” vista la situazione pandemica che interessa l’Italia e gran parte del Vecchio continente (e non solo).

Ecco come il coronavirus sta influenzando i campionati motoristici: il calendario dei rinvii/annullamenti

QUANDO SI PARTE? A questo punto, dopo il già citato slittamento di Ciocco e 1000 Miglia, e il rinvio del Rally Italia Sardegna come tappa Wrc e adesso anche CIR, il Tricolore Rally dovrebbe effettivamente ripartire – salvo ulteriori rinvii che non sembrano allo stato attuale così improbabili – proprio dallo stesso Rally Il Ciocco e Valle del Serchio che avrebbe dovuto aprire le ostilità in marzo.Attualmente fissato nel weekend del 20 giugno, il Ciocco sarà poi seguito la settimana dopo dal Rally di Roma Capitale.


TAGS: Campionato italiano Rally CIR rally italia sardegna targa florio CIR 2020 Coronavirus CoViD-19