CIR 2017: Rally Ciocco

CIR 2017: anteprima Rally del Ciocco e Valle del Serchio


Avatar di Andrea Minerva , il 17/03/17

4 anni fa - CIR 2017: il Rally del Ciocco apre ancora una volta la stagione tricolore

CIR 2017: non sarà al via il campione in carica Giandomenico Basso ma il Campionato Italiano rally si conferma come una delle Serie migliori

Benvenuto nello Speciale RALLY CIOCCO 2017, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RALLY CIOCCO 2017 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

ATTESA FINITA Il conto alla rovescia si chiude qui. Dopo la lunga pausa invernale e gli ultimi “colpi” del mercato piloti, tutto è finalmente pronto per sollevare il sipario sull’edizione n.40 del rally del Ciocco, e di conseguenza sul Campionato Italiano rally 2017.

LOTTA APERTA Si riparte dalla Toscana, in Garfagnana, lì dove la più importante Serie del rallysmo tricolore prende il via ormai da diversi anni. Ma l’edizione di quest’anno si prenota per essere di certo una delle più attese, e probabilmente, anche se questo potremo scoprirlo solo in seguito, una delle più combattute degli ultimi anni. I motivi che inducono a questo pronostico sono tanti, a partire dai protagonisti pronti a sfidarsi sull’asfalto insidioso che da sempre è la connotazione principale di questa gara.

FAVORITI E OUTSIDER Nell’elenco degli iscritti il nome che spicca, è quello che non c’è. Sembra un paradosso, è la realtà. Il campione in carica Giandomenico Basso non sarà al via del rally del Ciocco, e più in generale dell’intero Campionato Italiano. Se Basso non difenderà così il titolo italiano conquistato lo scorso anno, Paolo Andreucci e Anna Andreussi daranno invece l’assalto ancora una volta a quello che per loro sarebbe il decimo titolo tricolore.

LA SPERANZA DEL LEONE Gli alfieri del team ufficiale di Peugeot Sport Italia affronteranno il Campionato italiano ancora con la Peugeot 208 T16 R5, recentemente aggiornata sotto il profilo tecnico. Lo ricordiamo, Andreucci è un “garfagnino” doc, e anche lo scorso anno ha dominato la gara di casa, di conseguenza il ruolo di favorito n.1 gli va appuntato di diritto sul petto.

GIOVANE TALENTO Ma la sorpresa più grande vissuta qualche giorno fa, è stato l’arrivo di un altro pilota al fianco di Andreucci nel team ufficiale Peugeot: Kalle Rovanpera. Finlandese, figlio dell’ex pilota del mondiale Wrc Harri, e appena diciassettenne. Giovanissimo e già campione estone lo scorso anno, non che vincitore pochi giorni fa della prima prova del campionato finlandese. Un baby rookie con le stimmate del campione, pronto a sbarcare in Italia per fare esperienza in particolare nelle gare su asfalto. Essendo un under 26 potrà portare punti a Peugeot per il titolo Costruttori, mentre nei trasferimenti da una prova speciale all’altra sarà costretto a cedere il volante al copilota. Attesissimo!

VEDI ANCHE



ARRIVATI ALL'ULTIMO C’è voluto un po’ di tempo prima che riuscissero a definire i programmi sportivi per il 2017, ma alla fine ce l’hanno fatta, e saranno presenti al CIR 2017. Parliamo di Umberto Scandola e Simone Campedelli, che saranno rispettivamente in gara con la Skoda Fabia R5 di Skoda Italia Motorsport e con la Ford Fiesta R5 del team Orange1 che riceverà il supporto tecnico di Brc. Ad entrambi va assegnato il ruolo di possibili vincitori non solo del rally del Ciocco ma anche del Campionato Italiano. Talento, velocità, esperienza e mezzi tecnici non mancano.

IL GRUPPONE Ma l’elenco dei possibili favoriti non finisce mica qui. Ben più di un occhio di riguardo lo merita Andrea Nucita che insieme al copilota Marco Vozzo affronterà il Campionato Italiano con una Skoda Fabia R5, lo stesso modello che avrà a disposizione Alessandro Perico vincitore lo scorso anno del Trofeo rally asfalto. Desta molto interesse anche la presenza delle Hyundai i20 R5 affidate al “Ciava” e a Elwis Chentre.

I MONOMARCA Come sempre non mancheranno i campionati….nei campionati. Il riferimento è naturalmente ai monomarca che anche quest’anno contribuiranno a rinfoltire il numero dei partenti. Di grande interesse il ritorno del Peugeot Competition nel Cir, e in particolare del “Top 208” che nella Serie tricolore proporrà la sfida tra le 208 R2b. Al primo tra gli under 25 un premio davvero straordinario, ovvero il passaggio al team ufficiale Junior di Peugeot Sport Italia per la stagione successiva. A tal proposito, ricordiamo che in questo campionato l’equipaggio di Peugeot Italia che darà la caccia al titolo junior è composto da Marco Pollara e Giuseppe Princiotto. Non mancheranno poi come sempre i marchi Renault e Suzuki con una cospicua presenza in particolare nella categoria R1 con le Twingo e le Swift.

NOVITA' E CONFERME In ossequio alle novità regolamentari relative alle gare su asfalto del Campionato Italiano rally, il chilometraggio delle prove speciali aumenta fino a 170km, per l’esattezza 175 km e 300 metri, suddivisi come sempre in due giornate di gara, sabato 18 e domenica 19 marzo. Non mancherà un piccolo antipasto già venerdì 17 marzo, con la “prova spettacolo” di Forte dei Marmi che si svolgerà in notturna sul lungomare versiliese.

TRATTI SPECIALI Tra le novità principali proposte dal percorso della gara toscana spicca la prova speciale “Gragnanella” lunga 6km e 450 metri che verrà ripetuta due volte nel corso della prima tappa. Accanto a questo tratto inedito non mancheranno ovviamente i “grandi classici” come le prove “Massa-Sassorosso”, “Renaio”, “Careggine” e “Coreglia”. Più nello specifico, questi saranno gli orari.

IL PROGRAMMA Sabato 18 marzo: Massa-Sassorosso alle 7.33 e alle 10.40. Renaio alle 8.21 e alle 11.28. Il Ciocco alle 8.54 e alle 12.01. La Gragnanella alle 14.50 e alle 18.26. La Noi Tv alle 16.52 e alle 20.28Domenica 19 marzo: Careggine alle 9.13 e alle 12.36, Coreglia alle 10.12 e alle 13.35Il parco assistenza e la cerimonia d’arrivo avranno come base sempre il centro abitato di Castelnuovo di Garfagnana.

NOVITA' REGOLAMENTARI Dopo le critiche dello scorso anno, il regolamento del Campionato Italiano rally tenta di adeguarsi ad alcune delle richieste e delle istanze relative alla stagione 2016L’assegnazione del punteggio, prima di tutto. Resta in vigore la suddivisione tra gara 1 e gara 2, con classifiche distinte per ogni tappa, che assegneranno punti dal primo al decimo, da 7,5 fino a 0,5 punti. La novità maggiore sta nel fatto che ora verranno assegnati punti anche ai primi tre della classifica generale, quella che conteggia la somma dei tempi dell’intera gara: 3 punti al primo, due al secondo e uno al terzo. Da notare che nel 2017 le due gare a coefficiente maggiorato, a 1,5, saranno il rally del Salento e il rally Due Valli.

DUE DA BUTTARE La classifica finale del Campionato Italiano terrà conto dei migliori 14 risultati di tappa sui 16 totali, quindi con due scarti, mentre saranno ritenuti validi tutti e gli 8 punteggi della classifica generale. Aria nuova anche per quello che riguarda l’ordine di partenza che nella prima tappa rispetterà la classifica di campionato esistente prima della gara mentre nella seconda tappa sarà stilato in base ai risultati di gara 1. Una bella differenza rispetto allo scorso anno, soprattutto nelle gare su terra.

GRIP CONTROL Un’ultima annotazione riguarda gli pneumatici. Per le gare su asfalto ne saranno utilizzabili 16 in totale, e 8 punzonabili solo nella seconda tappa, mentre per le prove su terra il numero totale degli pneumatici utilizzabili corrisponderà a 12 unità, 6 dei quali punzonabili sempre nella seconda tappa.

Allegato Dimensione
mappa rally del ciocco 2017.pdf 12417 Kb

Pubblicato da Andrea Minerva, 17/03/2017
Gallery
rally ciocco 2017
Logo MotorBox