Autore:
Lorenzo Centenari

DOWNGRADE Quando per accelerare verso un obiettivo, l'unico sistema è quello di...decelerare. L'eccesso di velocità è causa primaria di una larga fetta di incidenti mortali, così Volvo interviene a gamba tesa e "strozza" le performance dei propri modelli. Dal 2020 in poi, qualsiasi esemplare sarà programmato per non oltrepassare la velocità di 180 km/h. Nella speranza di salvare qualche vita in più, soprattutto nella consapevolezza che le tecnologie, da sole, ad azzerare il numero di vittime non bastano. Finché la guida autonoma non sarà al livello massimo, finché cioè la responsabilità cadrà in capo a un essere umano, nulla può impedire distrazione ed incoscienza. Se non una misura estrema.

CHI VA PIANO... Uno scatto indietro la lancetta del tachimetro, un passo avanti verso Vision 2020, la missione attraverso la quale Volvo si prefigge di azzerare in un paio d'anni la quota di vittime di sinistri stradali a bordo di un modello di sua produzione. “Volvo è leader nella sicurezza. Così è sempre stato, così - sostiene Håkan Samuelsson, presidente e Ceo del Gruppo - sarà anche in futuro. Grazie alla nostra attività di ricerca, sappiamo dove si concentrano le problematiche quando si tratta di porre fine agli incidenti mortali, o con gravi conseguenze, a bordo delle nostre automobili. E sebbene la limitazione della velocità massima non rappresenti una soluzione definitiva, vale la pena tentare questa strada se può contribuire a salvare anche una sola una vita umana.”

CASO SCUOLA? Chissà che altri Costruttori non seguano l'esempio Volvo. Chissà che anche la Commissione Trasporti della Camera, tornando alle nostre latitudini, non prenda spunto dall'esame di coscienza dei prudenti maestri svedesi, e abbandoni l'idea di innalzare i limiti autostradali a 150 km/h. Oltre a introdurre l'anno prossimo l'autolimitazione della velocità, nei laboratori Volvo è allo studio anche un sistema speciale che riduca automaticamente l'andatura nei pressi di scuole e ospedali. Come? Abbinando un dispositivo di controllo della velocità intelligente alla tecnologia cosiddetta di geofencing. Rallentare per progredire.


TAGS: volvo sicurezza stradale limiti di velocità incidenti stradali vittime della strada