Autore:
Marco Congiu
LA TRAGEDIA Si è tinta di sangue la Val di Susa, nel pomeriggio di domenica. La statale 24 del Monginevro è stata teatro di una tragedia assurda quanto feroce, brutale quanto inutile. Dopo un diverbio - pare per motivi di viabilità - Elisa Ferrero e Matteo Penna, fidanzati di 27 e 29 anni, sono stati travolti da un Ford Transit alla cui guida si trovava Maurizio De Giulio. L'uomo, 51 anni, ha inseguito per diversi chilometri la coppia in moto, per poi speronarli e schiacciarli contro un guard rail. All'arrivo dei soccorsi e delle forze dell'ordine, De Giulio è risultato positivo all'alcol test che ne ha evidenziato un valore di 1,15 grammi/litro, più del doppio della quota massima prevista dalla legge pari a 0,5 g/litro.
 
OMICIDIO VOLONTARIO Mauzirio De Giulio è stato prontamente accusato di omicidio stradale colposo. Dopo un'accurata perizia, però, la Procura di Torino ha stabilito il cambiamento d'imputazione in omicidio volontario. Attualmente, l'uomo è rinchiuso nel carcere Cotugno e Lorusso Le Vallette. Per Elisa Ferrero non c'è stato più nulla da fare, mentre il fidanzato, Matteo Penna, si trova al momento ricoverato in prognosi riservata.

TAGS: moto omicidio stradale val di susa