Autore:
Andrea Brambilla

FURTO AUTO STORICA Chissà cosa avrà pensato quando si è visto rubare sotto gli occhi una bellissima e costosissima Ferrari 288 GTO appartenuta a Eddie Irvine. Nessun colpo stile "Fuori in 60 secondi", nessuna banda armata, nessuna violenza, semplicemente un uomo che ha guadagnato la fiducia di un malcapitato venditore in un concessionario in Germania.

IL FATTO Un furto tanto semplice quanto geniale: un finto cliente, elegante e distinto, entra in un salone d’auto di lusso in Germania, mostrandosi interessato all’acquisto di una Ferrari 288 GTO da più di 2 milioni di euro. Dopo qualche chiacchiera e dopo aver visto la macchina nel dettagio si passa ad un test drive su strada. Sicuro di concludere l’importante vendita, il venditore decide di fare provare la Ferrari a quello che sembrava proprio essere un signore perbene e benestante. Come in una scena da film, però, la 288 GTO sparisce sotto i suoi occhi con il ladro che si mette al volante e lascia letteralmente in mezzo alla strada l'uomo, che ora ha un paio di milioni in meno sul conto.

ERA STATA DI EDDIE IRVINE La Ferrari rubata non era solo una 288, rara di per sé, ma era anche appartenuta al ex pilota Ferrari di F1 Eddie Irvine. Facile ipotizzare che il colpo sia stato commissionato, perché una macchina come questa non passa certo inosservata e soprattutto non è facile trovare poi un compratore.  

SOLO 272 ESEMPLARI La Ferrari 288 GTO nasce negli anni 80, quando la casa del cavallino decide di entrare nel mondiale rally, nel mitico Gruppo B. Purtroppo Ferrari non fa in tempo a finire il progetto GTO che il Gruppo B viene cancellato data la pericolosità delle macchine e dei percorsi. A Maranello decidono comunque di produrre la 288 GTO, esclusivamente in versione stradale, in 272 esemplari: tutti di colore rosso, regalando agli appassionati un oggetto pazzesco.  

LEGGERA E POTENTE A leggere la scheda tecnica, vecchia di 35 anni, vengono i brividi vedendo i numeri di questa purosangue. Nata nel 1984. la Ferrari 288 GTO era spinta da un otto cilindri biturbo di 2.855 cc capace di erogare 400 cavalli. La velocità massima toccava i 305 km/h, il cambio era manuale a 5 rapporti e lo scatto da 0-100 km/h avveniva in soli 4,9 secondi. Numeri e prestazioni raggiunte grazie all’esperienza maturata in Formula 1, che ha permesso l’utilizzo di materiali compostiti per un peso dell'auto di appena 1.160 kg. Non dimentichiamo però la cosa più importante: zero elettronica e zero aiuti alla guida. Solo l'uomo e la macchina.

CACCIA APERTA In Germania la polizia sta indagando sull’accaduto, battendo tutte le piste possibili e cercando di seguire tutti gli indizi per rintracciare la Ferrari rubata. Una cosa è certa: la prossima volta il venditore ci penserà due volte prima di far mettere al volante qualcuno, fosse anche una modella in costume da bagno.

 


TAGS: ferrari ferrari 288 GTO eddie irvine