attualità

Le Pen – Macron: la sfida continua sulle auto


Avatar di Marco Congiu , il 26/04/17

4 anni fa - Si infiamma sul versante automobilistico lo scontro per la Francia

La battaglia per le presidenziali francesi si fa serata. Le Pen e Macron si affrontano anche per le proposte sul mondo dell’auto

ALLONS ENFATNS La battaglia per le presidenziali francesi del 7 maggio tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen si fa più accesa che mai. Dopo i risultati che hanno mandato al ballottaggio i leader di En Marche e l’oramai ex leader del Front National, ora anche il mondo dell’auto guarda con interesse alla figura che guiderà l’Eliseo.

VEDI ANCHE



DIVERSI PUNTI DI VISTA Anche per le automobili – e non poteva essere altrimenti – la Le Pen e Macron hanno punti di vista diametralmente opposti. La Le Pen punta su una moratoria sull’installazione di nuovi radar. «Bisogna realizzare una verifica se quelli installati siano realmente in grado di migliorare la sicurezza.» tuona la figlia di Jean-Marie Le Pen, rimanendo consapevole dei 3.500 morti e 70.000 feriti sulle strade francesi nel 2015. «Sono preoccupata dal problema dell’alcol. Bisogna introdurre l’obbligo del sistema di avviamento esistente negli autobus, che impedisce di mettere in moto se il guidatore risulta positivo all’ethylotest.»

ALTRI RADAR E INCENTIVI Macron la pensa diversamente dalla Le Pen anche su questo aspetto. «Occorre mettere in campo nuovi radar che abbiano nuove funzionalità, come il riconoscimento del guidatore che utilizza lo smartphone.» dichiara il leader di En Marche ad AutoPlus. Emmanuel Macron, poi, punta forte sul rinnovamento del parco circolante. «Non dobbiamo ghettizzare chi guida auto vecchie e inquinanti, sarebbe una vera segregazione sociale. Per questo porterà avanti un piano di incentivi per sostituire auto immatricolate prima del 2001 con modelli – anche usati – che siano efficienti dal punto di vista delle emissioni.»


Pubblicato da Marco Congiu, 26/04/2017
Vedi anche
Logo MotorBox