Petronas sviluppa la ricarica super rapida per auto elettriche
Tecnologia

Ricarica super veloce delle BEV? Ci sta pensando anche Petronas


Avatar di Alessandro Perelli , il 15/12/21

1 mese fa - Allo studio un sistema di raffreddamento diretto delle batterie

Il gigante del petrolio ha in mente una soluzione innovativa per abbattere i tempi di ricarica delle auto a zero emissioni

DAI CARBURANTI FOSSILI ALL’ELETTRICITÀ La storia dell’auto inizia circa 130 anni fa, quando il primo veicolo con motore a combustione interna è apparso sulla scena. Pensate, riusciva a malapena a salire su una collina, ma ora la stessa tecnologia può portare una Bugatti Chiron a oltre 400 km/h. Mentre la tecnologia dei motori a scoppio ha avuto oltre un secolo per svilupparsi, i propulsori elettrici devono ancora recuperare terreno. Ma questa tecnologia è in rapida crescita e sta prendendo velocità, con molti veicoli elettrici che offrono già un’autonomia di oltre 400 km. Costruttori come la BMW credono che un’autonomia di circa 600 km sia sufficiente, ma auto come la Lucid Air Dream Edition hanno superato la barriera degli 800 km, tanto che questo modello è diventato il veicolo elettrico con il più ampio raggio d’azione del mondo. Per estendere ulteriormente tali risultati, il gigante del petrolio e del gas Petronas ritiene che i fluidi di raffreddamento siano la chiave. A differenza dei tradizionali veicoli a motore che richiedono una sfilza di oli e liquidi diversi per mantenerli in temperatura e farli funzionare al meglio, i veicoli elettrici possono fare a meno di molti refrigeranti come acqua e olio motore. I veicoli EV richiedono ancora che alcuni componenti meccanici siano mantenuti a una temperatura ragionevole, inclusi il cambio e la batteria. Nell'industria dei veicoli elettrici questa si chiama gestione termica. Petronas è attualmente in prima linea nello sviluppo di fluidi EV dedicati e sta iniziando a spostare l'attenzione dalle soluzioni di raffreddamento indirette a quelle dirette.

Ricarica rapida batterie auto elettriche: Petronas sviluppa un sistema innovativo Ricarica rapida batterie auto elettriche: Petronas sviluppa un sistema innovativo IL RAFFREDDAMENTO DIRETTO È LA SOLUZIONE? Il raffreddamento indiretto utilizza dissipatori di calore per sottrarlo alla fonte e rimetterlo in circolo con il refrigerante. Secondo Petronas questo sistema è piuttosto inefficiente in quanto non tutto il calore viene tolto; parte di esso viene dissipato in altro modo. Il raffreddamento diretto, come suggerisce il nome, entra in contatto diretto con componenti elettrici come parti in rame e plastica o circuiti stampati. Sappiamo tutti che i liquidi e l'elettronica non vanno d’accordo, ecco perché il liquido di raffreddamento diretto è dielettrico (non conduce elettricità).

VEDI ANCHE



Ricarica rapida batterie auto elettriche: il cruscotto digitale della Porsche Taycan Ricarica rapida batterie auto elettriche: il cruscotto digitale della Porsche TaycanINTEGRAZIONE CON I SISTEMI DI BORDO Quando le trasmissioni dei veicoli elettrici vengono integrate, questo liquido non solo ha bisogno di raffreddare i componenti, ma anche di lubrificare le parti mobili. Con il liquido di raffreddamento corretto, i tempi di ricarica saranno molto più rapidi. Attualmente, le auto in grado di caricare 350 kW vedono un importante appiattimento del flusso di corrente dopo il raggiungimento del picco di efficienza termica per prevenire danni. Se il raffreddamento a liquido diretto sarà implementato correttamente nel circuito dei futuri modelli a zero emissioni Petronas afferma che, in teoria, auto come la Porsche Taycan potranno ricaricarsi completamente in circa 15 minuti, invece dei 40 minuti standard. Progettazione, sviluppo e collaudo del nuovo sistema avanzano rapidamente, quindi stiamo per scoprire che il futuro dei veicoli elettrici può andare oltre la semplice costruzione di batterie più efficienti.

                           


Pubblicato da Alessandro Perelli, 15/12/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox