Niente Governo: aumento automatico dell'iva, i rincari per l'auto
attualità

Niente Governo? L'Iva cresce in automatico anche per le auto


Avatar di Marco Congiu , il 08/05/18

3 anni fa - L'aumento automatico dell'iva avrebbe ripercussioni importanti

L'incertezza politica italiana potrebbe portare all'aumento automatico dell'IVA, con risultati disastrosi per le auto

RISCHIO REALE L'instabilità politica italiana data dall'assenza di volontà tra M5S e Lega per la formazione di un Governo potrebbe avere rischi seri per i consumatori. Nel luglio del 2011 l'allora Governo Berlusconi approvava la clausola di salvaguardia: un aumento automatico dell'IVA per i due scaglioni maggiori che passerebbero così dal 10 all'11,5% e dal 22 al 24,2% in assenza di provvedimenti atti a diminuire il deficit e il debito pubblico. Il rischio che il 1° gennaio 2019 avvenga ciò in maniera automatica è reale, con risultati disastrosi per i consumatori e anche nel mercato dell'auto. Vediamo perché.

VEDI ANCHE



630 EURO IN PIÙ Federauto, per voce del suo Presidente Adolfo De Stefani Cosentino, si dice più che preoccupata. « Siamo molto preoccupati per il protrarsi della ‘impasse’ sulla formazione del nuovo Governo. Ci uniamo alle dichiarazioni già espresse dal presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, sulla imprescindibile necessità di disinnescare le clausole di salvaguardia che porterebbero un aumento dell’aliquota IVA”. Ed ecco che ripercussione avrebbe sul prezzo di listino di ogni macchina: “Il nostro settore ne sarebbe colpito in modo pesantissimo: vale la pena ricordare che questo aumento, misurato sul valore medio delle vetture vendute, comporterebbe un incremento del prezzo di 630 euro a veicolo»

RINCARO PER I CARBURANTI L'aumento dell'IVA al 24,2% sarebbe devastante anche per tutto l'indotto del mondo auto, in special modo per i carburanti oltre che per i lavori di manutenzione ed i pezzi di ricambio. Non è per fare demagogia, ma sui carburanti le accuse gravano per un terzo del costo totale, con le tasse sulla Guerra in Etiopia degli anni '30 ancora ben presenti. Allo stato attuale su 1.000 litri di benzina verde si pagano oltre 700 euro di accise.


Pubblicato da Marco Congiu, 08/05/2018
Vedi anche
Logo MotorBox