LeasePlan Italia e Fase 2: le iniziative per rilanciare l'auto
Strategie

LeasePlan, come affrontare il post COVID-19 in 3 mosse


Avatar di Dario Paolo Botta , il 21/05/20

1 anno fa - LeasePlan e COVID-19: parla l'Amministratore Delegato Alberto Viano

Le parole dell'ad Alberto Viano non lasciano spazio a dubbi: sostenere transizione elettrica, incentivare mobilità sostenibile

IL FUTURO DELL’AUTOMOTIVE Come il Coronavirus ha influenzato (e distorto) gli equilibri economici, sociali e lavorativi, e come ha modificato le nostre abitudini, soprattutto in fatto di mobilità. Da Leaseplan, società leader nel settore del noleggio a lungo e medio termine e nella gestione delle flotte aziendali, l'idea del webinar “Economia, Finanza, Automotive e Mobilità: che futuro ci aspetta?”, occasione ideale per affrontare l’attualissimo tema della pandemia da COVID-19. Da Alberto Viano, amministratore delegato di Leaseplan, ecco allora la proposta per 3 differenti iniziative. Per il rilancio del settore dell’autonoleggio, e dell’automotive più in generale.

VEDI ANCHE



TRE PER UNO Fra le soluzioni proposte dall’ad del Gruppo, quella innanzitutto di varare un’infrastruttura elettrica che supporti la mobilità di persone e merci. ''Così come la realizzazione delle dorsali autostradali nel primo dopoguerra sostenne il processo di motorizzazione del Paese, oggi il passaggio a una mobilità a zero emissioni dovrebbe essere un obiettivo da perseguire con dedizione. Solo lo sviluppo di un adeguato e capillare sistema infrastrutturale è infatti in grado di stimolare la nascita di una coscienza collettiva votata alla mobilità sostenibile''. In secondo luogo, resta di vitale importanza il ripristino del super ammortamento per investimenti in beni strumentali di ultima generazione. Secondo Viano, ''fin dalla loro introduzione ha garantito benefici diretti su occupazione e consumi, rivitalizzando l’intera filiera dell’auto e fungendo da calamita per gli investimenti esteri''. Ultimo, ma non per importanza, il varo di un progetto nazionale che favorisca la mobilità business e privata alternativa al trasporto pubblico, con ''incentivi mirati per auto a basse emissioni e per dispositivi di micromobilità elettrica''.

IL RUOLO DEI PRIVATI È indubbio che la ripresa economica passi attraverso una gestione oculata della spesa pubblica, ma in questo momento delicato, anche il privato è chiamato alla responsabilità: “Il mondo delle imprese deve fare la sua parte. Nelle nostre aziende - conclude Viano - non deve mancare il coraggio di intraprendere, la capacità di innovare, la ricerca dell’efficienza come primo obiettivo aziendale per creare valore per i collaboratori, i clienti e gli azionisti”.


Pubblicato da Dario Paolo Botta, 21/05/2020
Vedi anche
Logo MotorBox