Autore:
Marco Congiu

BATTERIE PER TUTTI Auto elettrica, auto elettrica, auto elettrica. Non si fa che parlare d'altro da qualche anno a questa parte. Ormai tutti i costruttori hanno comunicato che lanceranno a breve veicoli a zero emissioni, mentre altri sono già presenti sul mercato. Un chiaro esempio è Jaguar che, giocando d'anticipo, ha bruciato la concorrenza di Mercedes, Audi e BMW con la sua nuovissima I-Pace, SUV 100% elettrico che abbiamo provato qualche tempo fa. La vera notizia, però, è un'altra: il giaguaro potrebbe abbandonare definitivamente la line-up di veicoli spinti da motori a combustione interna per realizzare unicamente auto elettriche. Bomba!

SOME SAY Come riportato da Autocar, JLR starebbe pensando a dirottare Jaguar verso la produzione di sole auto elettriche, di cui la I-Pace sarebbe la capostipite, con la E-Type degna ciliegina sulla torta. Parlando di auto capaci di far registrare vasti volumi, sicuramente troviamo un rimpiazzo della XJ che, con i suoi 3.884 esemplari prodotti e venduti, non è riuscita ad entrare nei cuori degli appassionati, mentre proponendo un'ammiraglia elettrica Jaguar si posizionerebbe come concreta alternativa a Mercedes Classe S, BMW Serie 7 e addirittura Bentley Flying Spur.

IL MONDO DEL DOMANI Nei primi anni del nuovo decennio dovremmo assistere a questa rivoluzione. Con la F-Pace ed E-Pace destinate ad andare in run out attorno al 2023, potremmo vedere nuovi SUV del giaguaro dotati di batterie e motori elettrici. Anche le berline e le sportive, come abbiamo già detto per la XJ, dovrebbero seguire la stessa sorte. Al momento, F-Pace ed E-Pace rappresentano i modelli di punta della casa inglese in fatto di vendite, anche se va detto che lo sport utility di medie dimensioni performa in maniera minore rispetto la sorella Evoque.

NON È TUTTO ORO Malgrado i pesanti investimenti nelle automobili elettriche, non ultima la monoposto Gen.2 destinata a gareggiare in Formula E, la situazione in Jaguar non è delle più rosee. La fabbrica di Castle Bromwich, dove vengono realizzate le berline, è stata costretta a settimane lavorative di 3 giorni per rispondere alle commesse non da capogiro, fattore che ha fatto storcere il naso e non poco a Tata, gruppo indiano che controlla Jaguar Land Rover. Il piano per effettuare lo switch del giaguaro verso la sola produzione di auto elettriche è ancora ben lontano dal ricevere il semaforo verde.

NUMERI CRUDI Quando si parla di affari, bisogna inevitabilmente scontrarsi con la realtà dei numeri. I dati ci dicono che da inizio anno, dalla fabbrica di Castle Bromwich sono uscite 52.476 berline tra XF, XK e XJ, alle quali si sommano E-Pace ed F-Pace per un totale di 116.849. Escluse le 588 I-Pace. Le proiezioni di fine anno ci parlano di un totale che dovrebbe attestarsi a quota 175.000 unità. Numeri per nulla elevati, per un costruttore che a listino si fa forte di tre berline e due SUV di mass-market. La domanda che ci si dovrebbe porre è molto semplice: il gioco vale la candela?


TAGS: jaguar jaguar i-pace jaguar elettriche