Pubblicato il 24/05/21

EDIZIONE STRAORDINARIA! La notizia è di impatto notevole, non fosse altro perché - una volta approvato in via definitiva - il quadro giuridico in discussione dal Parlamento locale sarebbe il primo al mondo a prevedere l'integrazione di veicoli autonomi nel traffico regolare. E la notizia è che i primi mezzi senza conducente dovrebbero popolare le strade della Germania già a partire dal 2022. C'è il via libera del Bundestag, la Camera bassa: se anche il Bundesrat, la Camera alta, si esprimerà a favore, l'auto a guida autonoma dovrà solo attendere che la legge entri in vigore. Vogliamo, tuttavia, sviscerare un secondo a quali condizioni tutto ciò avverrà? Giusto per non farsi strane idee.

TO THE NEXT LEVEL Il disegno di legge approvato dai legislatori del Bundestag in una sessione della tarda notte di giovedì 20 maggio scorso consiste in sostanza in una modifica al Codice della Strada per consentire ai veicoli autonomi di essere utilizzati regolarmente in tutta la Germania. Il testo riguarda specificamente i veicoli con sistemi autonomi che rientrano nella classificazione ''Livello 4'', quello cioè in cui un computer ha il controllo completo dell'auto e non è necessario alcun conducente umano per controllarlo o monitorarlo. Non è necessario, tranne quando...

Monheim, il robo-bus è già in funzione dal 2020

DEFINIZIONI Riprendendo in mano la nostra mini-guida alle categorie SAE di self driving car, Livello 4 sta per ''alta automazione''. Il sistema automatico è in grado cioè di gestire qualsiasi evenienza, ma affinché funzioni è ancora necessaria la presenza di determinate caratteristiche di segnaletica stradale, nè deve essere attivato in condizioni estreme di guida, come in caso di maltempo.

CHI COME COSA Altro punto: secondo il Ministero dei Trasporti tedesco, fermo sostenitore della misura insieme alla lobby dei Costruttori (VDA), i primi veicoli a rispecchiare i canoni di guida autonoma Livello 4 saranno bus navetta senza conducente, nonché autobus di trasporto pubblico autonomo che guideranno su percorsi prestabiliti. Servizi di robotaxi collettivi (vedi l'esempio, in foto sopra, della flotta di minibus di Monheim, già in funzione dal 2020) da applicarsi perciò esclusivamente in ''isole felici'', più facilmente in centri urbani di dimensioni contenute e dal tasso di traffico più sostenibile che non nelle metropoli.

FATTA LA LEGGE... In realtà il disegno di legge non esclude dall'upgrade al Livello 4 nemmeno le automobili e i privati automobilisti: in questo caso, tuttavia, sarebbero i veicoli stessi a scontare un gap tecnologico nei confronti di un Codice iper-permissivo e iper-futuristico. In conclusione: Germania senz'altro all'avanguardia nell'implementazione di una filosofia di mobilità che di certo nei decenni si imporrà in maniera sempre più aggressiva. A scanso di malintesi, anche la Germania approccia in ogni caso il tema per gradi. Non è rivoluzione, è evoluzione.


TAGS: guida autonoma autonomous driving guida autonoma livello 4 self driving car guida autonomia germania