Pubblicato il 03/06/20

CAR SHARING - FASE 3 A partire da oggi mercoledì 3 giugno gli spostamenti tra regioni sono di nuovo possibili. Una sorta di ''Fase 3'', visto che si tratta di un ulteriore step verso la normalità. Con il traffico auto libero di muoversi lungo il Paese, anche il car sharing è chiamato a soddisfare certi requisiti di sicurezza. Ecco come BlaBlaCar interpreta la legge e i desideri dei clienti.

OPTIONAL In aggiunta alle disposizioni del Governo, secondo cui in periodo di emergenza è consentita la presenza a bordo di un conducente e di due passeggeri sui sedili posteriori, BlaBlaCar introduce una nuova opzione: “Passeggero unico dietro”. Questa consente ai conducenti di accettare a bordo un solo passeggero, che siederà sul sedile posteriore, così da permettere un maggiore distanziamento sociale. Un ulteriore aiuto, insieme all'uso della mascherina e alla rinuncia alle strette di mano, per evitare il rischio contagio.

 BlaBlaCar: la nuova opzione prevede di poter scegliere se portare un solo passeggero sul sedile posteriore, invece di due

L'INDAGINE Siamo tutti impazienti di ricominciare a muoverci, il report BlaBlaCar ne è la conferma. Oltre la metà degli italiani dichiara di voler tornare a viaggiare tanto quanto in epoca pre-Covid, mentre il 35%, per il momento, diminuirà il ritmo dei viaggi. Proprio in merito al car sharing, oltre il 70% degli intervistati si è detto pronto a ricominciare già da ora, adottando le adeguate misure di protezione dal contagio. Il 61% dei conducenti di BlaBlaCar dichiara invece di voler ricominciare al termine dell’emergenza, e a offrire passaggi con una frequenza uguale o superiore rispetto a prima.

I PIÙ SICURI Treno e BlaBlaCar sono percepiti come i mezzi più sicuri dal punto di vista del rischio di contagio. Occupando la metà dei posti disponibili per questioni di sicurezza, il 45% dei rispondenti identifica il treno come modalità di trasporto meno rischiosa in assoluto, mentre il 37% preferisce BlaBlaCar alle rotaie.

DIREZIONE Le mete preferite post lockdown saranno famiglia e mare: la prima ragione del viaggio, per il 41% degli intervistati, è proprio verso i familiari. Seguono le partenze verso il mare (18%), verso gli amici (17%), la montagna o la campagna (10%), le grandi città turistiche (7,4%) e i piccoli borghi (6,6%). 

Le direzioni preferite post lockdown saranno famiglia e mare, secondo l'indagine BlaBlaCar

ITALIA VS ESTERO L’84% degli automobilisti ha in programma di viaggiare come o più di prima all’interno del territorio italiano. I viaggi all’estero sembrano invece destinati a diminuire nei prossimi mesi: terminata l’emergenza da Covid-19, il 43% degli intervistati si aspetta di diminuire la frequenza dei viaggi verso altre destinazioni europee, mentre il 46% intende recarsi meno di prima al di fuori dei confini dell’Europa. Oltre il 75% degli intervistati, infine, si aspetta di poter tornare a viaggiare in condivisione come prima dell’inizio della crisi entro la fine del 2020. 

MOBILITÀ URBANA BlaBlaCar indaga anche il sentimento attuale degli utenti verso altre forme di mobilità e condivisione. Per la mobilità interna alle aree cittadine, nel periodo subito successivo al Covid-19, il 49% utilizzerà la propria bici più di prima, mentre il 34% utilizzerà di più il bike sharing, lo scooter sharing e il noleggio di monopattini elettrici. In forte calo, invece, i mezzi del trasporto pubblico: il 48% li utilizzerà meno di prima.


TAGS: car sharing BlaBlaCar fase 3