Autore:
Massimo Grassi

ROBOTTINO AMICO Vi chiedede come funziona Android Auto? Volete sapere come collegare il vostro smartphone al sistema di infotainment della vostra auto? Niente paura, non c’è bisogno di essere nerd stile Big Bang Theory o geek accaniti. Bastano pochi semplici passaggi e il gioco è fatto.

ANDROID AUTO: COS’È Ma cos’è Android Auto? Si tratta di un software in grado di replicare le funzioni dello smartphone direttamente sul monitor dell'auto (in gergo tecnico: mirroring), così da poterlo utilizzare senza inutili e pericolose distrazioni. È la risposta di Google ad Apple CarPlay, dedicato esclusivamente ad iPhone.

ANDROID AUTO: COSA SERVE Prima di tutto dovete assicurarvi che il sistema di infotainment della vostra auto supporti Android Auto. La lista completa dei modelli la trovate sul sito ufficiale https://www.android.com/intl/it_it/auto/. Inoltre sul vostro smartphone deve essere installato almeno Android 5.0 (Lollipop) o versioni più recenti. Fatto? Perfetto. Secondo passaggio: andate su Google Play (il market online per dispositivi Android) e scaricate l’applicazione Android Auto. Terza cosa: il cavo USB. Il collegamento smartphone – auto infatti avviene via filo. Ora che avete tutto bisogna inserire il cavo nello smartphone e nella presa USB dell'auto e premere l’icona Android Auto che comparirà sul monitor del sistema di infotainment. Da questo momento potrete lasciare il vostro telefono nella tasca porta oggetti, anche perché il display non risponderà ai vostri comandi. Non preoccupatevi non è rotto, è una semplice precauzione di sicurezza.

ANDROID AUTO: COSA POSSO FARE? Con Android Auto si possono utilizzare numerose app presenti sul nostro smartphone sia utilizzando il monitor touch del sistema di infotainemnt, sia attraverso i comandi vocali. Per gestire tutti tramite voce bisogna premere il pulsante dedicato sul volante o pronunciare le parole magiche “Ok Google” seguite dal comando che vogliamo far eseguire al nostro smartphone, come ad esempio “Chiama Tizio”, “Manda un sms a Caio”, “Riproduci un brano” o “Guidami fino a casa”. In quest’ultimo caso si aprirà Google Maps. Ci sono inoltre alcune app di altri sviluppatori compatibili con Android Auto. Alcuni esempi sono Spotify e Pandora (per ascoltare musica), Skype (per effettuare chiamate tramite internet) e TuneIn Radio (per ascoltare le radio sul web).


TAGS: tecnologia infotainment android auto speciale infotainment