Autore:
Lorenzo Centenari

AUTONOMOUS CHINA Guida autonoma, la frontiera è sempre più vicina. Ma per varcarla, si parte da lontano. Dagli Usa, come nel caso Daimler-Bosch. Dalla Cina, Paese che velocemente si sta ritagliando il ruolo di maxi-centro prove per l'auto del futuro. Gruppo BMW e Baidu, alterego di Google in salsa orientale, siglano una lettera di intenti che è tutto un programma: BMW si unisce ad Apollo, la piattaforma aperta di guida autonoma secondo Baidu, e lo fa come membro del Consiglio di amministrazione.

PATTO D'ACCIAIO L'inedita partnership sino-tedesca è stata ufficializzata ieri 10 luglio durante la visita in Germania del premier cinese Li Keqiang alla cancelliera Angela Merkel. A firmare l'accordo, il presidente di Baidu Ya-Qin Zhang e il membro del CdA BMW per lo sviluppo Klaus Fröhlich. L'asse Monaco-Pechino si rafforza.

QUI BAIDU "In materia di tecnologie di guida autonoma, BMW e Baidu - afferma Ya-Qin Zhang - vantano una lunga storia di collaborazione alle proprie spalle. Entrambi esplorano da tempo e attivamente il settore dei veicoli intelligenti, e sono ben allineati nella visione per il futuro. La cooperazione con BMW consentirà ai consumatori cinesi di guidare prodotti sempre più innovativi e confortevoli".

QUI BMW Dal canto suo, Fröhlich sostiene come "i forti legami tra i leader del settore auto e quello hi-tech siano la chiave per il successo nella maratona verso la guida autonoma. La partnership con Baidu permetterà a BMW di individuare più velocemente standard tecnologici coerenti a livello globale, e di superare così le odierne discrepanze regionali sulla velocità di implementazione e del quadro normativo in materia".

MISSIONE APOLLO Lanciata a luglio 2017, Apollo è una piattaforma open source che restituisce un pacchetto "chiavi in mano" di tecnologie di guida autonoma. Del consorzio fanno parte 118 aziende globali, attive nel comparto auto, così come in quello dell'innovazione digitale. Clicca qui per saperne di più.

UN LIVELLO ALLA VOLTA A sua volta, il Gruppo BMW è al lavoro per sviluppare un programma a guida autonoma Livello 3, con prospettive a lungo termine di autonomous driving di Livello 4 (guida altamente automatizzata) e Livello 5 (guida completamente automatizzata). L'accesso ad Apollo e alla sua miniera di informazioni non potrà che accelerare i tempi. E una volta messe a punto in Cina, le BMW a guida autonoma faranno rientro anche nella vecchia Europa.


TAGS: bmw auto a guida autonoma baidu Baidu Apollo 2.0 bmw baidu