Auto elettrica, vendite bloccate da costi ricarica e assenza incentivi
Auto elettrica

Manca qualsiasi incentivo. Ecco perché l'elettrico stenta


Avatar di Lorenzo Centenari , il 13/04/18

3 anni fa - Costi di ricarica e mancanza di sgravi all'acquisto i fattori negativi

Costi di ricarica elevati e mancanza totale di sgravi all'acquisto i fattori che in Italia ancora frenano l'auto a zero emissioni

CROCE E DELIZIA Non è che agli italiani l'auto elettrica non piaccia. È che non hanno un motivo valido per comprarne una. Almeno, fino a quando la politica non promuoverà campagne di incentivi, e i costi per la ricarica della batteria non scederanno a livelli più competitivi. Un sondaggio commissionato da Legambiente tenta di far luce sul fenomeno: a differenza di altri Paesi europei, nello Stivale l'elettrico è ancora al palo. 

VEDI ANCHE



IL REPORT Un italiano su tre (33%) sarebbe disposto ad acquistare un'auto elettrica se la ricarica costasse meno. Una percentuale simile, il 29%, scarta l'alternativa perché invece mancano incentivi fiscali, assenti anche su una quota minima del valore. Ancora: il 23% degli intervistati sposerebbe l'elettrico se la rete di rifornimento fosse più capillare, il 21% se fosse possibile ricaricare a casa. La maggiore durata della carica spingerebbe all'acquisto il 25%, le migliori performance il 14%. Ci vuole pazienza.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 13/04/2018
Vedi anche
Logo MotorBox