Autore:
Luca Cereda

CI RISIAMO L'Audi A3 potrebbe aprire un nuovo capitolo del dieselgate Volkswagen, se è vero quello che scrive la Reuters, secondo cui la versione Euro 6 2.0 TDI della media compatta di Ingolstadt – quella attualmente in commercio – emetterebbe valori di Nox fuorilegge.

CALDO O FREDDO Più precisamente le cose stanno così. L'agenzia di stampa tedesca avrebbe in mano dei test realizzati dal JRC (Joint Research Centre) – un organo della Comunità Europea – che dimostrano una forte discrepanza tra le emissioni fatte registrare dall'Audi A3 2.0 TDI a motore caldo e a motore freddo. Con quelle a caldo di molto al di sopra del tetto consentito, praticamente il doppio: 163 mg/km di Nox contro 80. Solo a motore freddo, sempre secondo i test del JRC, i valori della A3 2.0 TDI rientrerebbero a norma.

LA REPLICA Interessata alla vicenda non c'è solo Audi ma anche la KBA tedesca, rea di non aver vigilato a dovere nel caso in cui test più approfonditi dovessero riscontrare effettivamente una frode. Dal canto suo, Audi ha respinto le accuse della Reuters, dichiarandosi estranea ai fatti. La Casa sostiene infatti di non essere in possesso dei test della JRC, ribadendo che la A3 2.0 TDI Euro 6 rientra nei valori di omologazione e citando come controprova altri test indipendenti.  


TAGS: dieselgate audi a3 emissioni audi a3 2.0 tdi euro 6