Aston Martin non fallisce grazie a fondo di investimento arabo
Strategie finanziarie

Rilancio Aston Martin: l'Arabia Saudita entra in gioco con investimento milionario


Avatar di Alessandro Perelli , il 18/07/22

3 settimane fa - L'iniezione di denaro nelle casse garantisce la sopravvivenza

Il costruttore britannico rimane in pista grazie all'intervento di un fondo privato arabo per una mossa finanziaria che vale 744 milioni di dollari

UN’ABILE STRATEGIA FINANZIARIA Aston Martin esce dalle sabbie mobili del debiti per l’ennesima volta con un’altra magia messa a segno dal suo attuale management. Lo storico marchio britannico sembrava avere un salvagente grazie a Mercedes-Benz, che ha acquistato una partecipazione e la società di private equity Yew Tree di Lawrence Stroll ne è diventata l'azionista di maggioranza. Con la riduzione della quota di Mercedes dall'11,7% al 7,9% e Stroll passato adesso al 18,3%, è entrato in gioco un nuovo player dall'Arabia Saudita per supportare l’operazione di aiuto ad Aston Martin. Il Saudi Public Investment Fund (PIF) è intervenuto con un investimento, insieme ai rinnovati finanziamenti di Mercedes e Yew Tree, che ammonta a 744 milioni di dollari. La mossa finanziaria è una boccata di ossigeno in un momento molto difficile, che aveva messo a dura prova la competitività dei prodotti del costruttore britannico, come la Valhalla ma anche lo stesso team di Formula Uno.

Strategie finanziarie Aston Martin: il SUV DBX Strategie finanziarie Aston Martin: il SUV DBXIL BOSS CI DICE COSA NE PENSA “L'annuncio di oggi segna l'ultimo successo nell'evoluzione di Aston Martin, il ripristino dell'attività e del bilancio che abbiamo ereditato e l'accelerazione del nostro potenziale di crescita a lungo termine”, ha dichiarato alla stampa inglese Lawrence Stroll, presidente esecutivo di Aston Martin. “Da quando sono subentrato nel 2020, abbiamo compiuto progressi significativi nel nostro viaggio per diventare il marchio high performance britannico più desiderabile e ultra-lusso al mondo”. Il miliardario canadese ha già iniettato nelle casse una grande quantità di denaro, inoltre suo figlio Lance Stroll partecipa al Mondiale F1 con la monoposto verde a fianco del quattro volte Campione del Mondo Sebastian Vettel. Quindi, sia le faccende economiche, sia quelle sportive e della produzione sono ben collegate fra loro in seno all’azienda.

VEDI ANCHE



Strategie finanziarie Aston Martin: la hypercar Valhalla Strategie finanziarie Aston Martin: la hypercar Valhalla I PROGRAMMI POSSONO CONTINUARE Il successo di Stroll negli affari dovrebbe tradursi in una stabilizzazione di Aston Martin, che è sopravvissuta al fallimento già sette volte dalla sua fondazione nel 1913. Sebbene il costruttore inglese abbia realizzato nella sua storia macchine incredibili come la Victor, la Valkyrie V12 da pista e l'imminente Valhalla, i suoi modelli più “commerciali” come la DBX e la Vantage sono ciò di cui ha realmente bisogno per aumentare il volume di vendite. L'Aston Martin prevede di incassare l'investimento saudita insieme alle altre due iniezioni di denaro per dare impulso alla tecnologia dei veicoli elettrici e, ovviamente, per far respirare i suoi libri contabili quasi in apnea. Detto questo, i programmi di Aston Martin avevano in agenda la completa elettrificazione entro il 2030 e con un debito di oltre 1,1 miliardi di dollari, quel futuro elettrico sembrava estremamente lontano, ma anche solo il futuro dell’azienda era fortemente a rischio e l’arrivo di contanti e stock option del PIF saudita è giunto in un momento critico.

Strategie finanziarie Aston Martin: la Vantage F1 Roadster Strategie finanziarie Aston Martin: la Vantage F1 RoadsterDECLINATA UN’OFFERTA PIÙ VANTAGGIOSA Sorprendentemente, gli azionisti di Aston Martin hanno rifiutato un accordo più generoso guidato da Atlas Consortium, una società che include la casa automobilistica cinese Geely. Il consorzio possiede anche il marchio British Morgan, ma l'Aston Martin ha rifiutato l'offerta di oltre 1,5 miliardi di dollari. Sembra inoltre che non siano state annunciate misure di riduzione dei costi e il team di F1 continuerà a competere nel mondiale grazie all'appassionato coinvolgimento della famiglia Stroll.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 18/07/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox