Area B Milano e deroghe, la protesta del sindacato di polizia
Limiti alla circolazione

Area B Milano, quando a non poter entrare è il poliziotto


Avatar di Lorenzo Centenari , il 20/09/22

1 settimana fa - Deroga valida solo per gli agenti che effettuano servizi su turni

Deroga ai divieti nella maxi Ztl valida solo per gli agenti che effettuano servizi su turni. La protesta del sindacato Coisp

''Io non posso entrare'', e quando a pronunciarlo è un poliziotto, suona proprio strano. Eppure è proprio ciò che potrebbe accadere dal 1° ottobre in avanti, cioè a partire dalla data in cui entrano in vigore i nuovi divieti in Area B a Milano. Per le Forze di Polizia, nessuno sconto: se un agente, per raggiungere la sede operativa, guida un benzina pre Euro 3 o un diesel pre Euro 6, non gode di nessuna deroga al regolamento. Uniche opzioni, la franchigia di 50 accessi annui o il ricorso al sistema Move-in (vedi la nostra guida). E questo, al sindacato Coisp (Coordinamento per l'Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia), va di traverso.

FATTA ECCEZIONE PER A dare notizia della disputa è Il Giornale. Come noto, ai divieti di accesso alla maxi Ztl cittadina, il Comune di Milano prevede specifiche deroghe. Tra le categorie autorizzate a circolare liberamente anche in assenza dei requisiti, anche i cosiddetti ''turnisti'', ovvero i lavoratori che percorrono il tragitto casa/lavoro andata e ritorno, purché all'interno di una fascia oraria caratterizzata da una ridotta offerta di trasporto pubblico. Oppure, in quei casi in cui il turno di lavoro inizia prima delle 7 di mattina, o si conclude dopo le 21. Il punto è che non tutti i polizotti sono turnisti. Non lo sono, ad esempio, i membri della Squadra Mobile, della Digos o dell'Ufficio Immigrazione. Per loro, nessuna eccezione: Coisp lancia così il proprio ''ultimatum''. 

VEDI ANCHE



AUT AUT ''Chiediamo una deroga per tutti quegli agenti che si recano in città per motivi di lavoro, non solo - lamenta Mauro Guaetta, segretario generale Coisp Milano - per coloro che prestano servizio su turni. Lo chiediamo per il corpo di Polizia in quanto tale. Lo chiediamo in nome della collaborazione che lega la Questura di Milano e l'amministrazione comunale e della particolare situazione di allerta sicurezza. Voglio ricordare, a titolo di esempio, come Milano sia l'unica città in Italia a usufruire di un servizio gratuito come Polmetro che impiega 40 agenti nella metropolitana. O la deroga ad Area B - conclude Guaetta -, o abbandoneremo Polmetro e impiegheremo quei 40 agenti in pattuglie sulle strade''. A Beppe Sala e al suo staff, il compito di risolvere la grana.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 20/09/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox