Autore:
Marco Rocca

ERRE COME… Rabbiosa. Siamo nelle Officine Abarth Mirafiori nel reparto dalla Squadra Corse dove i tecnici hanno messo mano a una 695 Biposto standard per tirarne fuori un prototipo che domani, giovedì 11 giugno, farà da apripista alla prova speciale del Rally d’Italia, per la cronaca sesta prova del Campionato Mondiale Rally. Mettiamo da parte il Mondiale, però, e dedichiamoci alla Abarth 695 Biposto R.

190 CV E ASSETTO SPECIFICO La Biposto ormai la conosciamo. Grazie al 1.4 T-Jet da 190 cavalli, all’assetto da pista con ammortizzatori idraulici regolabili, alle carreggiate allargate con cerchi da 18" e allo scarico Akrapovic, è una vera chicca per palati fini. Con la Erre, Abarth alza posta adattandola alle severe condizioni di un rally su terra. Questo ha comportato l’utilizzo di un setup sospensioni dedicato, pneumatici e cerchi specifici, freno a mano idraulico e ovviamente il mitico cambio a innesti frontali a comando sequenziale, sogno erotico di tanti impallinati per le corse.

QUATTR’OCCHI Da brava rallysta in erba, la Abath 695 Biposto R si fa più carina sottolineando lo sguardo con una bella batteria di luci supplementari visto che a guidarla sarà nientepopodimeno che Miki Biasion (due volte campione del mondo rally).

NON DISPERATE La bella notizia è che la rete Abarth mette a disposizione di tutti i clienti desiderosi di emozioni più forti i "performance pack" che rendono disponibili parte dei contenuti tecnici della “Erre” sulla Biposto di serie.


TAGS: prototipi biposto piccola abarth incavolata