News

SETTIMO GIORNO: ULTIMI SFORZI PER LA VITTORIA


Avatar Redazionale , il 19/06/06

15 anni fa -

Benvenuto nello Speciale G4 CHALLENGE RANGE ROVER / VIAGGIO NEL PARADISO BOLIVIANO, composto da 7 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario G4 CHALLENGE RANGE ROVER / VIAGGIO NEL PARADISO BOLIVIANO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

UNA ROVER IN MEZZO AL FIUME Rischio l'arresto per tentato disastro ambientale: dopo sei giorni senza doccia lavandomi soltanto con le salviettine vorrei vedere voi... ci infiliamo in una gola che segue il corso di un fiume e la prova avviene proprio in riva al fiume. All'arrivo c'è una mongolfiera, la Range in premio in mezzo al fiume e quattro funi tirate tra altrettante Defender. La prova comprende tutte le discipline anche se il jumaring salta: per il troppo vento la mongolfiera su cui dovevano issarsi i concorrenti continua a perdere pressione e quota e se ne brucia anche una parte: viene sgonfiata e messa da parte, mentre la gara inizia: giù con le carrucole, via nel labirinto, pagaia sulla canoa, in bici a prendere l'auto, nel fiume con l'auto fino alla prova diintelligenza e poi via nel fiume fino al cofano del premio. Èil sudafricano Martin Dreyer a baciare il muso della Range e a portarsela a casa. Innaffio di champagne per tutti i partecipanti e bagno forzato nel fiume per tutti gli organizzatori che, uno a uno, finiscono in acqua.

SENZA INTOPPI CHE DIVERTIMENTO C'E'... Poi si parte, alla volta di Tarija, ma la nostra support driver, l'autista dell'auto di supporto a quella dei concorrenti, dopo una settimana di do-this-do-that pensa bene di tenere le marce ridotte per qualche decina di chilometri su una strada percorribile anche con una Lamborghini e manda in ebollizione il motore. La furbata ci costa una sosta di un paio d'ore per ripristinare i livelli del liquido di raffreddamento e ci perdiamo la visita a Tarija. Peccato, sembra una città più evoluta di Sucre ma con la stessa componente tradizionale, un contrasto che sarebbe stato interessante indagare. Ci aspetta un albergo cinque stelle ma al momento di lasciare la mia tenda sulla macchina, un po' mi dispiace... per darvi una idea del costo della vita, costa l'equivalente di 50 euro a notte. Una enormità rispetto ai pochi euro, tre/quattro che si spendono per mangiare al ristorante. Alla sera grande festa, con uno degli organizzatori in elegante smoking Tangeri Orange formato da tutti i partecipanti e premiazione annessa. Peccato è già finito, ma il ricordo del Salar de Uyuni, di questa parte della Bolivia e della gente che abbiamo incontrato è indelebile.


Pubblicato da Redazione, 19/06/2006
Gallery
G4 CHALLENGE RANGE ROVER / Viaggio nel paradiso boliviano
Logo MotorBox