Curiosità

Superbus: semaforo verde per la strada


Avatar di Luca Cereda , il 30/05/12

9 anni fa - Un po' taxi, un po' bus e un po' limo

Un po' taxi, un po' bus e un po' limo. Arriva dall'Olanda il Superbus, corriera di lusso (e intelligente) per il trasporto "point to point"

DALL’OLANDA CON STUPORE Prendete un bus, una limousine e uno space shuttle. Versateli in un unico recipiente dopodiché shakerate energicamente. Et voilà, eccovi servito il… Superbus. Che non è l’ultimo cocktail del momento, bensì un eccentrico mezzo di trasporto progettato e sviluppato da un team di ricercatori olandesi della Delft University of Technology. Fantascienza, follia? Mica tanto. Da poco il Superbus ha pure ottenuto l’omologazione su strada dal Ministro delle Infrastrutture e dell’Ambiente d’Olanda e chissà che un giorno non lo vedremo attraversare le metropoli europee.

VIAGGI DI GRUPPO Il progetto-Superbus è nato nel 2004 e, secondo la timeline stabilita dagli olandesi, dovrebbe diventare operativo nel 2015. L’idea? Creare una “point to point luxury coach”, ovvero un mezzo capace di condurre i passeggeri esattamente nel punto specifico richiesto, proprio come il taxi fa già, ma offrendo i confort di una limousine e potendo scarrozzare eventualmente anche un’intera squadra di calcio. Il Superbus ha infatti 16 portiere e 23 posti (compreso quello del conducente) e torna buono anche per viaggi in comitiva.

VEDI ANCHE


NOVE TONNELLATE E MEZZO E’ lungo 15 metri, ha sei ruote, un design aerodinamico e un peso che arriva a nove tonnellate e mezzo a pieno carico. Per rendersi conto di quanto il Superbus si stacchi dalla tradizionale concezione del pullmino basta dargli uno sguardo: visto di fronte pare quasi il Nautilus del capitano Nemo. Ma non è solo il mezzo in sé a rompere gli schemi, l’intero concept del Superbus è rivoluzionario. Sapendo infatti di dover partire da un punto (putacaso Milano) per raggiungerne un altro (facciamo Monza), il Superbus modifica la rotta in tempo reale in base alle segnalazioni di utenti che richiedono il servizio sulla stessa traiettoria, guidato da un navigatore intelligente che gli segnala il percorso ottimale. Il vantaggio è che, così, nel tragitto si raccolgono il maggior numero possibile di passeggeri fino a raggiungere massima capienza. Ciascuno di loro arriverà comunque precisamente alla destinazione richiesta, come col Taxi.

BUSINESS CLASS Il viaggio però è “coccolato” come su una Limo. Sul Superbus manca giusto lo champagnino e la piramide di Ferrero Rocher, ma aria condizionata, TV e connessione ad internet sono garantite. Dal punto di vista tecnico, invece, questa corriera del futuro ha un telaio in fibra di carbonio e si presenta come una vettura elettrica ad alte prestazioni, grazie a un motore alimentato da batterie agli ioni di litio dalla potenza massima di 804 cv (disponibile per un minuto) e una potenza costante di 402 cavalli. La scheda tecnica parla di 250 km/h come picco di velocità disponibile e di 210 km d’autonomia massima. Per aumentarne la sicurezza su strada nel prevenire i rischi d’incidente, il Superbus è stato dotato di un potente impianto frenante e di uno speciale dispositivo, chiamato “obstacle detector”, in grado di individuare in anticipo pericolosi ostacoli. Guarda il video della sua prima gita sulla neve.    


Pubblicato da Luca Cereda, 30/05/2012
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox