Pubblicato il 04/09/20

FUORI THEMA C'era una volta, e ancora non è chiaro se la favola abbia un seguito, oppure se interrompa la sua narrazione. O ancora, se abbia un lieto fine. Che nel campo auto, per la verità, ogni cosa che finisce lieta non la è mai. C'era una volta Lancia, il marchio made in Italy delle berline di rappresentanza. Vedi Lancia Thema, l'ammiraglia che rivaleggiava ad armi pari con Mercedes E, Audi 100, BMW Serie 5... Erano gli anni Ottanta e Lancia aveva peso, oggi il brand rischia persino di sparire, chiuso a sandwich dai prodotti Fiat e Alfa Romeo, a breve pure dalle corazzate di PSA Group. Ma il cuore non dimentica, e il rendering di Thema che propone sui propri canali social la community I Love Lancia è di quelli che fanno riflettere. E un po', anche sussultare.

Lancia Thema (1984-1994)

AMARCORD Autore del progetto grafico è Andrea Bonamore, in passato già distintosi per altri render come quello di una Lancia Ypsilon completamente nuova. Stavolta Bonamore scomoda un veicolo che a Lancia ha regalato momenti felici, e che a una fetta di automobilisti coi capelli bianchi riporta alla mente un comfort e una classe che, a distanza di trent'anni (Thema prima serie venne costruita tra il 1984 e il 1994, rimpiazzando Lancia Gamma per cedere il testimone, a fine corsa, a Lancia K) e declinando l'argomento in chiave attuale (vedi i passi avanti dei competitor francesi, oltre che i soliti tedeschi), l'industria italiana delle quattro ruote stenta a riproporre.

Lancia Thema (2011-2014)

GIULIA DOCET Trascuriamo Thema di generazione successiva (2011-2014): stesso nome, ma meccanica Chrysler 300 e una carriera troppo breve e anonima per dirsi di successo. Mezzi passi falsi a parte, il nome tira ancora e il pubblico delle ammiraglie sarebbe felice, a nuova Thema, di darle una chance. Bonamore interpreta l'argomento disegnando una sedan che è fotocopia, o quasi, di Alfa Romeo Giulia. Proporzioni filanti, i tratti Lancia che riaffiorano sulla calandra. Non è obbligatorio che all'anagrafe, per una sua nuova ipotetica berlina di segmento D, Lancia registri il nome Thema. Il principio resta quello del ritorno di una marca che da anni si identifica con un modello solo, e che da tempo ha abbandonato l'estero, in un territorio che in passato ha frequentato e ha pure dominato. Stellantis disporrà di economie di scala adatte, ma non necessariamente della stessa sensibilità di tanti appassionati col cerino in mano.


TAGS: lancia lancia thema render