Autore:
Massimo Grassi

OPERAZIONE NOSTALGIA C’è poco da fare: la vecchia Mini, quella nata dalla geniale mente di sir Alec Issigonis, è un’auto davvero mitica. Chi ha già qualche capello grigio in testa forse ne ha guidata una, mentre i millenials difficilmente ne subiscono il fascino. Oh, non ha nemmeno l’autoradio. E come si fa ad ascoltare la musica? Troppo vecchia. A meno che non sia firmata David Brown Automotive, piccolo costruttore inglese con una missione: riportare in vita la mitica Mini e renderla anche moderna, mantenendo però inalterato il suo fascino. Come fatto un paio d'anni fa con la Speedback GT.

È LEI O NON È LEI? Si, le forme sono quelle. Le misure pure: 3 metri di lunghezza, 1,4 di larghezza e 1,3 di altezza. La Mini firmata David Brown Automotive è una copia più che fedele della Mini degli anni ’60. Sotto c’è un telaio tutto nuovo che però riprende lo schema di quello originale. C’è giusto una rigidità strutturale aumentata, il perché è presto detto: sotto il cofano c’è un motore di 1.275 cc (si, stessa cilindrata del motore della Mini originale) che butta a terra il 30% in più di potenza rispetto al propulsore originale, ovvero ben 79 cv e 123 Nm di coppia. Questo significa che si possono raggiungere i 145 km/h di velocità massima e passare da 0 a 100 in 11,7”.

RITORNO AL FUTURO Riconoscere la Mini Remastered da quella originale è molto molto difficile. Appena entrati invece balza immediatamente all’occhio la differenza: un monitor touch da 7” messo al centro della plancia. Perché va bene guardare al passato, ma siamo nel 2017. I più nostalgici forse storceranno il naso, ma una volta collegato il proprio telefono alla presa usb e avviati Apple CarPlay o Android Auto forse anche loro apprezzeranno le comodità del 21° secolo. Ci sono poi la connettività bluetooth e il sistema keyless.

PREZZO NON MINI Ora ecco la nota dolente: il prezzo. Portarsi a casa la nuova vecchia Mini dovrebbe costare almeno 50.000 sterline, ovvero circa 58.000 euro. Così tanto? Si perché al di là delle novità tecnologiche c’è da tener conto che la Mini Remastered è fatta praticamente a mano, ha interni in morbida pelle e richiede circa 1.000 ore di lavoro. Se poi volete esagerare potete personalizzarla come e quanto volete. Se ve la sentite…

 


TAGS: mini auto d'epoca Mini Remastered