TRA CHIP E FERRI VECCHI Negli ultimi anni, grazie allo sviluppo esponenziale dell'informatica applicata alle auto, la tecnologia automobilistica ha fatto passi da gigante, forse ben più grandi di quelli compiuti nel suo primo secolo di vita. Da sempre ci chiediamo come saranno le auto del futuro, immaginando tecnologie avveniristiche. Salvo poi scontrarci con la realtà, soprattutto in un paese come l'Italia, che vanta attualmente il parco auto più vecchio d'Europa, con un'età media di ben 10 anni.

WEB AMICO Questo trend negativo è stato tuttavia mitigato dal web e dall'ingresso sul mercato di nuovi servizi online che favoriscono la compravendita di auto e il ricambio generazionale del parco circolante. Un esempio è Noicompriamoauto, un'innovativa start-up che ha permesso a molti automobilisti italiani di vendere auto ormai poco sicure e fuori mercato, ricavando un profitto utile per l'acquisto di vetture più moderne, efficienti e soprattutto più sicure.

PROIEZIONI Un altro segnale positivo viene dall'industria dell'automobile e dell'informatica, due mondi agli antipodi che hanno finalmente deciso di unire le forze per accelerare quell'evoluzione tecnologica tanto annunciata ma mai effettivamente raggiunta. Stavolta sembra che qualcosa stia davvero cambiando e che a partire dal 2020 potremo finalmente mettere le mani sulle vere auto del futuro. Questo è ciò che ha predetto la prestigiosa rivista americana Forbes, la quale ha recentemente pubblicato una lista delle 10 principali innovazioni tecnologiche che figureranno nelle auto di nuova generazione.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE Secondo Forbes, entro i prossimi 4-5 anni cominceremo a vedere le prime auto senza guidatore, veicoli in grado di muoversi (almeno inizialmente) in completa autonomia su strade dritte e prive di traffico. Queste vetture saranno in grado di vedere gli ostacoli prima del guidatore, aggirandoli o frenando autonomamente per mezzo di un apposito sistema di sensori e telecamere già in uso su alcune modelli attuali. In caso di furto, l'auto potrà essere bloccata a distanza grazie a una tecnologia di controllo remoto che è già divenuta realtà negli USA grazie al servizio OnStar Auto Security.

GUIDO ONLINE La vera rivoluzione riguarderà tuttavia la trasformazione delle automobili in veri e propri dispositivi smart, sempre connessi alla rete e dotati di sistemi di infotainment sviluppati in collaborazione con le principali realtà dell'industria informatica. Questo è l'obiettivo della Open Automotive Alliance, una joint venture di 28 costruttori automobilistici e numerose aziende informatiche che renderà le auto sempre più sicure e connesse grazie all'ausilio del sistema operativo Android.

ALTRI TREND Si tratta delle cosiddette auto online, vetture che consentiranno di interagire liberamente con la rete, di monitorare le funzioni vitali del guidatore e ottenere tariffe assicurative più economiche attraverso il monitoraggio dello stile di guida 24h/24. Infine, anche il design subirà una piccola rivoluzione grazie all'utilizzo sempre più massiccio della fibra di carbonio e alla diffusione di un nuovo concept di auto a metà strada fra un SUV e una berlina.


TAGS: guida autonoma auto del futuro vendere auto usate auto connesse