MERCATO AUTO

Dati UNRAE: maggio in profondo rosso


Avatar di Andrea  Rapelli , il 05/06/12

9 anni fa - Nell'ultimo mese il parco circolante è diminuito sensibilmente

In una situazione estremamente difficile aumentano le quote dei carburanti alternativi. E qualche regione baciata dalla fortuna. Anche se per la prima volta in Italia le auto viaggianti si sfoltiscono invece di crescere.

DOPPIO MENO Una volta toccato il fondo, uno pensa che la risalita sia vicina. E invece, a giudicare dagli ultimi dati diffusi dall'UNRAE (Unione Rappresentanti Case Automobilistiche Estere) il mercato dell'automobile è ancora moribondo. Anzi, sta peggiorando: per la prima volta, nel Bel Paese, il parco circolante diminuisce invece di aumentare.

CIFRE IMPIETOSE I numeri parlano – anzi, urlano – in modo sconcertante: nei primi quattro mesi del 2012 le automobili che circolano sulle italiche strade si sono sfoltite di ben 26.600 unità. Parallelamente, aumenta il mercato delle cosiddette km zero, che prendono la via dell'estero: dai 3.500 esemplari del 2011 ai 5.000 dell'anno in corso, sempre nel periodo gennaio-aprile.

I SOLITI NOTI La colpa? Un bel mix tra caro-carburanti, crisi economica e pure aumenti, anche consistenti, nei costi di gestione dell'amata quattroruote. La conferma arriva dai dossier di BankItalia, dove si scrive che, nel 2011, le tasse automobilistiche sono aumentate del 14,9%, rimpinguando le (affamate) casse delle amministrazioni locali di circa 9 miliardi di euro. Gli automobilisti hanno subodorato e, chi può oppure è costretto, si disfa della propria auto senza rimpiazzarla. Nell'attesa di tempi migliori per il portafoglio.

VEDI ANCHE



IL METANO DA' UNA MANO Menomale, verrebbe da dire, che il metano c'è. E pure il GPL, che continua ad espandersi: il primo cresce del 46% nel mese di maggio mentre il Gas di Petrolio Liquefatto è stato protagonista di un vero e proprio boom, facendo segnare un +166% negli ultimi 30 giorni e +108 negli ultimi 5 mesi. Bene anche le ibride (+50%) ed elettriche (+56%).

VERSO IL NOLEGGIO Timide buone notizie per quanto riguarda le auto aziendali, con noleggi a lungo termine che hanno visto aumentare la loro quota del 3% rispetto al 2011. Parallelamente, i contratti d'acquisto di privati sono calati del 18,4% nel mese appena trascorso. Preoccupante anche la flessione del 9,2% a maggio nelle volture di vetture di seconda mano.

CATEGORIE DI FERRO A crescere, seppur freddamente, sono sempre le crossover: a maggio la categoria ha fatto segnare un bel +9,84%, con 12.176 auto immatricolate contro le 11.085 negli stessi 31 giorni del 2011. Più inspiegabile, se non con l'avvicinarsi della stagione estiva, il leggero segno più sulle vendite di cabrio e spider, categoria sfiziosa per eccellenza: 2.334 contro 2.275 di maggio 2011.

ISOLA FELICE In un quadro davvero a tinte fosche, dove nella maggior parte delle Regioni italiane le auto vendute sono diminuite, in percentuale, dal -11,26 (area Nord Occidentale) a quasi il -53% (Regioni centrali), il Triveneto rappresenta una vera e propria isola felice. Perché registrare un bel 58,11% in più (49.670 automobili vendute contro le 31.414 di maggio 2011) equivale ad un piccolo miracolo.


Pubblicato da Andrea Rapelli, 05/06/2012
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox