Pubblicato il 29/04/20

UNA 959 MODERNA Ricordate la Porsche 959? Prodotta in 292 esemplari tra il 1986 ed il 1988 era derivata dalla 911 e coeva della Ferrari F40, ma mentre la Rossa metteva sul piatto emozione e forza bruta, la tedesca stupiva il mondo con una tecnologia avanzatissima, con trazione integrale e due turbo sequenziali. Era talmente formidabile che nel '86 dominò persino la Parigi Dakar, occupando prima, seconda e quinta posizione in classifica. Rifarla in chiave moderna, magari partendo dalla nuova 911 Turbo 2020, è un'idea stuzzicante: ecco la proposta di Spdesignsest.

959 O 911 TURBO? Già dalla parte anteriore possiamo notare come in questo rendering la Porsche perda le caratteristiche fenditure laterali sul paraurti che caratterizzavano la 959 (foto sotto) e guadagni una griglia anteriore - per quel poco che se ne vede - più simile alla 911. La parte centrale dell'auto rimane sostanzialmente fedele alle vecchia 959 (specchietti retrovisori e maniglie delle portiere esclusi), mentre i cerchi non sono quelli originali, ma nemmeno i moderni 20'' e 21'' pollici che caratterizzano, rispettivamente all'anteriore e al posteriore, la nuova 911 Turbo, dalla quale questo rendering eredita anche le pinze freno colorate a vista.

La Porsche 959 del 1986

IL POSTERIORE DELLA 959 La tipica presa d'aria presente nel passaruota posteriore, che sulla 959 era di dimensioni più contenute, ora è presa in prestito dalla moderna 911 Turbo, risultando quindi più ampia e allungata verso la parte inferiore dell'auto. L'estremità del gruppo ottico posteriore si fa più moderna, prendendo in prestito il tono rosso scuro delle plastiche della nuova 911, pur rimanendo fedele alle forme squadrate della 959. Sul paraurti posteriore, come era successo all'anteriore, si perdono le tipiche fenditure della 959, qui sostituite da una presa più squadrata, simile a quella della moderna 911.

Il rendering della Porsche 959/911 Turbo 2020

UNA 959 NON SNATURATA I puristi potranno forse ritenerla un'aberrazione, tanto è radicata nella memoria l'iconica 959. Perché si sa, a far danni in presenza di un mito a quattro ruote, si fa presto. Ma a nostro avviso qui siamo in presenza di un ritocco equilibrato, che non fa storcere il naso. D'altra parte, prima di lei, hanno retto il colpo altri miti sacri come la Lamborghini Countach e la Ford GT: coraggio Porsche 959, puoi farcela anche tu.


TAGS: porsche rendering porsche 959 porsche 911 turbo 2020