Pubblicato il 24/03/2020 ore 18:17

TRANSFORMER SUV Quando pensi di conoscere qualcuno, quando pensi che per te quella ''persona'' non abbia segreti, ecco, quello è proprio il punto esatto in cui dovresti cominciare a interrogarti. Dacia Duster una di famiglia, così almeno la considerano tutti quei clienti (e sono tanti) che nell'ultimo decennio ne hanno scelto un esemplare in adozione. Eppure il Suv low cost per eccellenza ha molte facce, più di quanto non si creda. Come ogni ''world car'', anche il fenomeno che ha conquistato adepti di ogni età e ceto sociale cambia pelle in base all'habitat in cui deve adattarsi. Senza contare il suo passato da agonista... Di seguito, 7 curiosità su Duster, il Suv ''trasformista''.

  1. Paese che vai, nome che trovi
  2. ARO 10, ritorno alle origini
  3. Una Duster...superalcolica
  4. 2019, Annus Mirabilis
  5. Duster Oroch: Ora et Labora
  6. E tu ce l'hai il wi-fi?
  7. Motorsport, che passione

1. PAESE CHE VAI, NOME CHE TROVI

Dacia Duster, anzi no: Renault Duster

Una sola auto, più cognomi. Commercializzata in Europa occidentale come Dacia Duster, in altri mercati l'auto cambia identità e si firma Renault Duster. Accade in Russia, Ucraina, Kazakistan, India, Iran, Egitto, Emirati Arabi, Sudafrica, Messico ed America Latina. La prima generazione, in Russia e in India subì un rebadging ancora più spinto, essendo allora conosciuta in quei Paesi come Nissan Terrano.

2. ARO 10, RITORNO ALLE ORIGINI

ARO 10, alias Dacia Duster

Sempre per la serie ''nomi e dintorni'': anche in passato esisteva un modello che in alcuni mercati, come il Regno Unito, veniva individuato come Dacia Duster. Trattavasi della ARO 10, piccolo fuoristrada che condivideva la meccanica con Dacia 1300, e che nel format si ispirava a Citroen Mehari, essendo infatti declinata anche in versione convertibile. La ARO 10 è stata assemblata dal 1980 al 2006, nello stabilimento della rumena ARO (Auto Romania) nella località di Câmpulung

3. UNA DUSTER...SUPERALCOLICA

Dacia Duster, in Francia anche Flex Fuel (etanolo)

Oggi come gli anni scorsi, grande successo lo riscuote Dacia Duster GPL. D'altra parte, il binomio riesce a puntino: il Suv a basso costo che disseta i suoi bollenti spiriti con la bevanda a basso costo. Popolarissima in Italia così come in numerose altre nazioni dell'Unione europea, l'edizione a gas non è tuttavia l'unica alternativa a Duster a benzina o a gasolio: in Paesi come Francia e Brasile spopolò gli anni scorsi Duster Flex Fuel, versione alimentata a bioetanolo

4. 2019, ANNUS MIRABILIS 

Dacia Duster, nel 2019 è lei l'auto straniera più venduta

A proposito di Duster e del suo rapporto con il pubblico. Se il modello inaugurale (2010) fu scommessa vinta, anzi stravinta, la seconda generazione (2017) ha addirittura oltrepassato i record della sua antenata. Con un monte di 43.701 unità, nel 2019 Dacia Duster si è piazzata al terzo posto in Italia delle vendite di auto nuove (al primo posto tra le auto straniere), superata solo da due mostri sacri come Fiat Panda (138.132 unità) e Lancia Ypsilon (58.759). Fiat 500X (quarta) e Jeep Renegade (sesta) non l'hanno presa bene.

5. DUSTER OROCH: ORA ET LABORA

Renault Duster Oroch: Duster in salsa pick-up

Sempre sotto l'egida Renault e sempre lontano dalle nostre latitudini (America Centrale e America del Sud), Duster si converte anche in carrozzeria pickup doppia cabina. Duster Oroch come mezzo da lavoro di segmento a mezza strada tra i mini-pickup e gli esemplari di maggiori dimensioni, coi quali tuttavia condivide l'architettura a quattro porte. Lo vedremo mai in Europa? Probabilmente no, crossover e coupé-crossover lo soffocherebbero.

6. E TU CE L'HAI IL WI-FI?

Dacia Duster ''Connected by Orange''

Un buon grado di connettività è oggi un must anche su auto di pretese medio basse, eppure Duster nel 2015 già si mostrava assai sensibile alla sfera tecnologica. Commercializzata solo in Romania, la special edition ''Connected by Orange'' era equipaggiata di serie di hotspot wi-fi per connessione a Internet, con tanto di due anni di abbonamento gratis con l'operatore Orange.

7. MOTORSPORT, CHE PASSIONE

Dacia Duster versione Dakar

Chiudiamo con un altro lato semi-sconosciuto, perché in pochi sanno quanto Dacia Duster ami correre, e in più lo faccia con discreti risultati. Le prime apparizioni sui campi di gara risalgono al 2009-2010, quando l'auto partecipò all'edizione francese del Trofeo Andros, competizione che si svolge su circuiti ghiacciati. Con Alain Prost alla guida, un prototipo di Duster V6 da 350 cv concluse la stagione al secondo posto. Degne di menzione anche il successo di classe crossover al Rally delle Gazzelle 2010, una puntata alla Pikes Peak 2011, e quattro presenze di fila (2013-2016) alla celebre Dakar. Un Suv low cost, ma con le p...


TAGS: dacia dacia duster renault duster dacia duster pickup duster oroch